Torna a "Promesse elettorali di Michele Emiliano"
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia

Agricoltura

  • Riorganizzazione dell’assessorato per una migliore definizione delle funzioni di programmazione, attuazione e gestione, riconducibili alle filiere produttive. Accelerazione della semplificazione amministrativa attraverso più efficaci integrazioni dei processi autorizzativi riferiti a più uffici/servizi e strutture regionali;
  • Semplificazione delle procedure per ridurre i tempi e le modalità di accesso ai Fondi del Piano di Sviluppo Rurale per creare una gestione “open data” per la messa in comune delle banche dati della P.A. e delle normative in agricoltura per le imprese agricole;
  • Promozione sul mercato internazionale del regime di qualità europeo “Prodotti di Qualità di Puglia”;
  • Sostegno alla revisione del modello organizzativo del sistema produttivo attraverso la piena attuazione della legge regionale sulla cooperazione n. 35 del 1.8.14;
  • Promozione del ricambio generazionale per giungere a un completo ringiovanimento del comparto;
  • Ridefinizione dei gal e dei gaC (gruppi di azione Costiera) in base alle strategie della programmazione 2015-2020, per qualificare la vita nelle aree rurali e incentivare la coesione tra comunità di operatori e luoghi di produzione, allo scopo di rendere i settori agricoltura e pesca più attrattivi per le giovani generazioni;
  • Incentivazione delle politiche di stimolo al consumo consapevole e responsabile anche attraverso la piena attuazione della legge regionale sui gruppi di acquisto Solidale;
  • Una Puglia Equa Solidale e Sostenibile che premia la “legalità” nei territori e nella produzione agroalimentare, contrastando lo sfruttamento della manodopera clandestina e perseguendo la sostenibilità nell’uso di tutti i fattori produttivi.
Governo
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia
Nina Celli, 30/01/2017

A novembre 2016 Il presidente della Regione Puglia ha presentato un bilancio del suo primo anno di governo attraverso una serie di slide: “Il primo anno di una lunga vita felice – 1500 fatti, non parole”.
Le slide, presentate nella sala del cinema Ciaky di Bari, sono una ricostruzione dell’operato del governo regionale anche in riferimento al programma elettorale presentato dal presidente Emiliano in occasione delle elezioni Regionali, pertanto, lo staff del presidente Emiliano ha fornito alla nostra redazione tale materiale quale valida testimonianza del grado di realizzazione del programma elettorale.

Per ambito Agricoltura, il governo della Regione Puglia presenta il seguente resoconto:

  • Si è stimolato un “Incremento potenziale produttivo vinicolo” attraverso la creazione di un Bando pubblico per assegnazione autorizzazione all’impianto di vigneti con incremento del potenziale produttivo viticolo regionale di ben 1.252 ettari.

Attuazione delle misure a sostegno della viticoltura pugliese:

  • Riconversione e ristrutturazione vigneti: presentate n. 1.160 domande di aiuto, di cui n. 400 domande sono in corso di istruttoria;
  • Investimenti: ammesse a finanziamento n. 33 domande di aiuto per un importo complessivo di € 3.425.782,00;
  • Vendemmia Verde: ammesse a finanziamento n. 157 domande di aiuto per un importo complessivo di € 1.262.591,00;
  • Promozione del vino sui mercati dei Paesi Terzi: acquisizione di progetti regionali e multiregionali.

Altri provvedimenti in ambito agricoltura, risorse agroalimentari, alimentazione, caccia e pesca, foreste:

  • Chiusura del Programma Operativo della Pesca col quale si sono attuate una serie di misure strutturali finalizzate alla salvaguardia e alla valorizzazione della pesca e dell’acquacoltura;
  • Avvio del nuovo Programma FEAMP con 80 milioni di Euro a disposizione delle imprese pugliesi.

 

Contrasto alla Xylella

Attività di contrasto alla Xylella su svariati fronti:

  • Monitoraggio dell’evoluzione del batterio;
  • Adozione delle misure fitosanitarie;
  • Promozione dei Bandi di ricerca per 2 milioni di Euro.

Terminata la fase dell’emergenza si è posto il problema di giungere ad una azione sistemica e stabilmente strutturata.
Con questo intento è stato proposto il recentissimo Disegno di Legge regionale con la proposta di costituire un’Agenzia ad hoc.

Opposizione
Antonio Salvatore Trevisi
Consigliere M5S Puglia
Nato il 26 gennaio 1976, si è laureato in Economia presso l’Università del Salento e, presso la Facoltà di Ingegneria dello stesso Ateneo, ha conseguito il dottorato di ricerca in Sistemi Energetici e Ambiente. È stato eletto consigliere regionale del M5S nella circoscrizione di Lecce ed è componente della Commissione V (Ambiente - Assetto ed utilizzazione del territorio).
Nina Celli, 29/12/2016

Sui primi cinque punti [di questo ambito] non ci risultano azioni concrete attraverso lo sviluppo di appositi progetti da parte del governo, anche se per noi è fondamentale, e lo ripetiamo spesso, la difesa dei nostri prodotti regionali, perché oggi con la globalizzazione questi non vengono correttamente identificati ed etichettati, non riuscendo così a competere con prodotti di bassa qualità, che magari arrivano da paesi dove non ci sono normative sul lavoro e sull’ambiente avanzate. Per questi punti, dunque, la presenza della Regione è veramente carente. Non c’è alcuna azione di difesa, al momento, del “made in Puglia”.
Per quanto riguarda la ridefinizione dei gal e dei gaC (gruppi di azione Costiera), è stato avviato solo un tavolo di confronto ed è passata in commissione una legge di modifica che, però, deve ancora arrivare in Consiglio. Qualcosina su questo punto è stata quindi avviata.
L’incentivazione delle politiche di stimolo al consumo consapevole e responsabile è tra i punti, a nostro avviso, più importanti, perché riferito all’educazione ai prodotti di qualità, con poca chimica, a basso contenuto di imballaggio.
E sul consumo consapevole per migliorare l’alimentazione e ridurre gli impatti ambientali non c’è nulla di fatto. Una proposta importante volta a incentivare i Comuni, attraverso contributi regionali, a prevedere prodotti di qualità nelle gare per l’affidamento dei servizi di refezione pubblica è stata bocciata in sede di approvazione del bilancio 2017. Sull’ultimo punto, Una Puglia Equa Solidale e Sostenibile, c’è qualche provvedimento, ma della legislatura precedente, mentre l’attuale non risulta essere intervenuta in merito.

Maggioranza
Napoleone Cera
Presidente Gruppo Lista Popolari Puglia
Nato il 27 ottobre 1980 a San Giovanni Rotondo, è laureato in Giurisprudenza. È stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Foggia per la lista i Popolari di cui è capogruppo. È Componente della Commissione VII (Affari Istituzionali); segretario della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione) e vice presidente della Commissione d'indagine sulla gestione dei Consorzi di bonifica.
Nina Celli, 12/10/2016

Ritardi di programmazione in un settore fondamentale per l’economia regionale hanno finito per condizionare l’attività progettuale e l’accesso ai fondi previsti. Su PSR e semplificazione delle procedure per accedere ai finanziamenti il giudizio è sospeso, in attesa di conoscere meglio programmi e progetti che avranno grande impatto sull’economie locali, non solo rurale ma anche turistica.
La ridefinizione dei Gal e dei Gac avrebbe dovuto incentivare la coesione territoriale, anche nell’ottica di una attiva collaborazione con i processi di sicurezza dal dissesto idrogeologico; invece hanno rallentato procedure e inasprito contrasti. Bene invece l’attenzione rivolta al mondo giovanile e alle opportunità create per organizzare un “ricambio generazionale” utile per rendere più competitiva l’agroalimentare pugliese. Buona anche la politica di riqualificazione rurale e l’aiuto a un’agricoltura equa e solidale, capace di esaltare le peculiarità produttive nel rispetto della legalità.
Qualche disattenzione si registra sul fronte della sicurezza alimentare e nei controlli della filiera produttiva, specie se riferiti a contrastare lo sfruttamento nelle campagne e alle certificazioni di qualità.

Opposizione
Ignazio Zullo
Presidente Gruppo Conservatori e Riformisti
Nato il 20 agosto 1959 a Cassano Murge (BA), è laureato in Medicina e Chirurgia ed è dirigente medico del distretto socio sanitario di base dell’Azienda Asl/Ba. Nominato presidente del Gruppo consiliare Pdl-FI in sostituzione di Rocco Palese, consigliere regionale dimissionario a seguito dell’elezione in Parlamento alle Politiche del 2013, è attualmente presidente del Gruppo consiliare Conservatori e Riformisti e componente della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione).
Nina Celli, 12/12/2016

Qui ci sono grandi difficoltà, perché c’è il problema della Xylella che non si riesce a risolvere con i ritardi di Emiliano che istituisce delle task force che non si riuniscono mai, perché composte da quaranta esperti che non hanno mai operato concretamente. E poi incombe la mancata approvazione del Piano di Sviluppo Rurale con la relativa mancanza di bandi. In questo ambito siamo in forte ritardo.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: Forza Italia (presidente Andrea Caroppo); Noi a Sinistra per la Puglia (si attende l’intervista del consigliere Cosimo Borraccino); PD (presidente Michele Mazzarano).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: La Puglia con Emiliano (presidente Paolo Pellegrino); Emiliano sindaco di Puglia (presidente Sabino Zinni); Movimento Schitulli – AP (è stato contattato il consigliere Luigi Morgante).