Torna a "Promesse elettorali di Vincenzo De Luca"
Vincenzo De Luca
Presidente Regione Campania

Cultura e Turismo. Rivalutazione dell’immenso patrimonio ambientale, culturale, archeologico, enogastronomico e religioso

● Adozione del programma “La Campania, regione del turismo aperto tutto l’anno”, che favorisca la valorizzazione delle risorse naturali, paesaggistiche, culturali e monumentali a tempo pieno e con una logica di moltiplicazione delle attività del settore;
● Promozione di un grande “Distretto Turistico Globale”, mettendo a sistema le reti di mobilità, il patrimonio di beni culturali e le emergenze paesaggistiche come grande offerta attrattiva di un turismo sempre più costante e qualificato;
● Adozione di un insieme di misure coordinate per lo sviluppo del turismo campano: progetti integrati per la fascia costiera e le aree interne; iniziative per il turismo culturale e per quello congressuale; implementazione delle filiere termali e del turismo del benessere; diffusione dell’offerta ricettiva di qualità, di case vacanze e “bed & breakfast”; promozione del turismo enogastronomico;
● Scelte cruciali di integrazione dei fondi europei, delle risorse regionali e degli investimenti privati per la valorizzazione e la messa a reddito dei grandi attrattori culturali campani;
● Approvazione di una legge regionale per l’“Art bonus” della Campania;
● Predisposizione di progetti pubblico-privati per l’utilizzo dei beni monumentali per finalità culturali, formative e di accoglienza turistica;
● Adozione di un testo unico delle norme regionali a sostegno alle attività culturali e dello spettacolo, per valorizzare una delle principali ricchezze della Campania, costituita da una grande presenza di talenti e di iniziative nei campi del cinema, della musica, del teatro e delle arti visive;
● La realizzazione di una profonda riforma delle regole di attribuzione delle risorse per la cultura e lo spettacolo, con criteri premiali per la qualità delle progettazioni e delle programmazioni;
● La previsione di incentivi e agevolazioni – anche con la concessione in uso di beni, spazi e strutture pubbliche –per favorire la creatività e le produzioni in ogni campo artistico;
● Approvazione di una legge regionale per il sostegno della creatività giovanile e dei nuovi talenti campani (laboratori di produzione, sale di prova e registrazione, spazi di socializzazione e interscambio artistico);
● Sostegno attivo al Sistema dei Conservatori Campani, per la diffusione della formazione e cultura musicale;
● Iniziative museali audiovisive e rassegne stabili per la valorizzazione della musica e degli artisti della grande canzone napoletana.

Governo
Vincenzo De Luca
Presidente Regione Campania
Vincenzo De Luca nasce l’8 maggio 1949 a Ruvo del Monte (PT). Ricopre per due mandati la carica di sindaco di Salerno, dal 1993 al 2001. Il 31 maggio 2015 De Luca vince le elezioni regionali con il 41,15% dei consensi. Proclamato ufficialmente presidente della Regione Campania il 18 giugno, dopo otto giorni viene sospeso dalla carica in virtù della Legge Severino. Sospensione che dura solo pochi giorni: il 2 luglio, infatti, il Tribunale di Napoli accoglie il ricorso impugnato d’urgenza, dando così a De Luca la possibilità di firmare gli atti e nominare la Giunta.
Nina Celli, 11/10/2016

L’intervento del presidente Vincenzo De Luca è stato inviato dal portavoce Paolo Russo

Riferimenti e strutture competenti:
Presidente De Luca – Assessore Matera;
UDCP: Ufficio di Interfaccia con il Dipartimento dell’Istruzione, della Ricerca, del Lavoro, delle Politiche Culturali e delle Politiche Sociali – dott. Salvatore Russo;
UDCP: Ufficio di Interfaccia con il Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico – dott. Mario Vasco;
Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico – avv. Giuseppe Carannante;
Direzione Generale per la Programmazione Economica e il Turismo – dott.ssa Maria Somma;
Dipartimento dell’Istruzione, della Ricerca, del Lavoro, delle Politiche Culturali e delle Politiche Sociali – prof. Antonio Oddati;
Direzione Generale per le Politiche Sociali, le Politiche Culturali, le Pari Opportunità e il Tempo Libero – dott.ssa Rosanna Romano.

Promesse: Adozione di un insieme di misure coordinate per lo sviluppo del turismo campano: progetti integrati per la fascia costiera e le aree interne; iniziative per il turismo culturale e per quello congressuale; implementazione delle filiere termali e del turismo del benessere; diffusione dell’offerta ricettiva di qualità, di case vacanze e “bed & breakfast”; promozione del turismo enogastronomico; Adozione del programma “La Campania, regione del turismo aperto tutto l’anno”, che favorisca la valorizzazione delle risorse naturali, paesaggistiche, culturali e monumentali a tempo pieno e con una logica di moltiplicazione delle attività del settore.
Commento:
• DGR n. 90 del 8.03.2016 approva il Piano Operativo Complementare, che finanzia con 83 Milioni di euro la realizzazione del Programma degli interventi sui Beni e le attività culturali;
• DGR 190 del 3.05.2016, trasforma la s.p.a SCABEC in ente in-house della Regione Campania; il mantenimento nel portafoglio societario della Regione, con un assetto a totale partecipazione pubblica, è deciso in considerazione delle specifiche funzioni per la promozione e la valorizzazione dei beni culturali della regione, ambito nel quale la SCABEC s.p.a. ha maturato una decennale esperienza manageriale e produttiva, nonché della valutazione dei costi e dei potenziali benefici derivanti dalla riproposizione del modello SCABEC;
• DGR 286 del 21.06.2016 approva l’Intesa con ICOMOS ITALIA per l’attuazione delle migliori pratiche atte alla realizzazione di un Sistema Integrato per la promozione del patrimonio dei Siti Unesco regionali;
• L.R. 1 del 2016 (c. 4, art.10) prevede l’approvazione di un Piano di valorizzazione delle produzioni tipiche agro-alimentari della Campania, denominato “Eccellenze Campane – Campania Cibo per l’Anima”, finalizzato a sostenere il turismo eno-gastronomico, diffondere i valori connessi al patrimonio agro-alimentare, promuovere candidature delle tradizioni tipiche campane in ambito UNESCO e a sostenere il riconoscimento della Dieta Mediterranea quale patrimonio culturale immateriale dell’Umanità UNESCO. Per le iniziative del suddetto Piano è autorizzata la spesa di euro 500.000,00 per ciascuno degli anni 2016, 2017, 2018. Con la DGR 118 del 22 marzo 2016 viene data attuazione a quanto previsto dalla citata legge, finanziando l’intervento con €500.000,00;
• Istituzione di altri 4 Distretti Turistici: Atargatis, nell’area vesuviana costiera; Pompei, Monti Lattari, Valle di Sarno; Cilento, Sele, Tanagro, Vallo di Diano; Alta Irpinia;
• DGR 281 del 14/06/2016 approva le direttive per la definizione di un unitario programma regionale di eventi ed iniziative turistiche, articolato nelle Sezioni “Eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” e “Iniziative promozionali sul territorio regionale”, da realizzarsi nel periodo giugno 2016-gennaio 2017.

Promessa: Promozione di un grande “Distretto Turistico Globale”, mettendo a sistema le reti di mobilità, il patrimonio di beni culturali e le emergenze paesaggistiche come grande offerta attrattiva di un turismo sempre più costante e qualificato.
Commento:
• DGR n. 59 del 15.02.2016 riconduce ad una logica unitaria diverse attività di programmazione relative alle espressioni culturali, ai beni culturali e ambientali, alle azioni e interventi che gli enti pubblici ed i soggetti privati pongono in essere, dando luogo ad un sistema che intende la cultura come effettiva risorsa per lo sviluppo del territorio campano e definisce quest’ultimo come un unico distretto culturale e turistico, la cui strategia di realizzazione è denominata Cultura 2020. Rilancio beni culturali con georeferenziazione attraverso l’uso del sistema I.ter.

Promessa: Scelte cruciali di integrazione dei fondi europei, delle risorse regionali e degli investimenti privati per la valorizzazione e la messa a reddito dei grandi attrattori culturali campani.
Commento:
• Legge di stabilità n.1 del 18 gennaio 2016, art 10, dismissione delle quote di partecipazioni in enti, fondazioni, organismi che assolvono alle medesime funzioni dell’Agenzia regionale per la promozione del turismo e dei beni culturali della Campania;
• Legge di stabilità n.1 del 18 gennaio 2016 potenziamento delle funzioni e dei compiti dell’Agenzia regionale per la promozione del turismo e dei beni culturali della Campania.

Promessa: Predisposizione di progetti pubblico-privati per l’utilizzo dei beni monumentali per finalità culturali, formative e di accoglienza turistica.
Commento:
• Il 3 agosto 2016 è stato sottoscritto, tra Regione Campania, MiBACT, Comune di S. Tammaro e Prefettura di Caserta, l’Accordo di valorizzazione del Real Sito di Carditello in cui si definiscono gli indirizzi strategici e gli obiettivi per la realizzazione del progetto di valorizzazione, gestione, conservazione e fruizione del sito. L’accordo, al fine di allargare la platea dei soggetti pubblici e privati, apre ad attività di found rising e forme di partenariato pubblico-privato. L’impegno finanziario della Regione è di 2 Milioni di euro per i primi due anni.

Promessa: Adozione di un testo unico delle norme regionali a sostegno alle attività culturali e dello spettacolo, per valorizzare una delle principali ricchezze della Campania, costituita da una grande presenza di talenti e di iniziative nei campi del cinema, della musica, del teatro e delle arti visive.
Commento:
• Legge Spettacolo, in corso di approvazione Legge Regionale “Misure per la valorizzazione e la promozione dello spettacolo nella Regione Campania”;
• Legge Cinema, in corso di approvazione, “Cinema Campania. Norme per la valorizzazione e la promozione della cultura cinematografica e audiovisiva” (la DGR n.402 del 20.07.2016 approva il disegno di legge; la commissione consiliare approva il testo il 26.09.2016);
• Piano triennale Musei e biblioteche (approvato con DGR n.16/2016).

Promessa: La realizzazione di una profonda riforma delle regole di attribuzione delle risorse per la cultura e lo spettacolo, con criteri premiali per la qualità delle progettazioni e delle programmazioni.
Commento:
• DD n.68 del 20.06.2016 Avviso di selezione per la definizione di un programma di eventi e iniziative turistiche giugno 2016 – gennaio 2017, in cui sono individuati criteri di premialità per le forme associate dei proponenti (partenariato attivo) e per la messa in rete degli eventi (su base tematica e/o territoriale).

Promessa: La previsione di incentivi e agevolazioni – anche con la concessione in uso di beni, spazi e strutture pubbliche – per favorire la creatività e le produzioni in ogni campo artistico.
Commento:
• Progetto in itinere per la valorizzazione integrata di Villa Rufolo, Villa Episcopio e Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello.

Promessa: Approvazione di una legge regionale per il sostegno della creatività giovanile e dei nuovi talenti campani (laboratori di produzione, sale di prova e registrazione, spazi di socializzazione e interscambio artistico).
Commento:
• L.R n° 26 dell’8 agosto 2016 “Costruire il futuro. Nuove politiche per i giovani” finalizzata ad agevolare la partecipazione attiva dei giovani alla vita della comunità, per favorire la coesione sociale, la crescita culturale ed economica della collettività. È prevista, per il triennio 2016-2018, la spesa complessiva di 1.000.000,00 di euro;
• L.R. n.1 del 2016 (c.5, art.10) istituisce il Premio di design “Massimo Vignelli”, finalizzato alla diffusione della cultura del design e alla valorizzazione dell’ingegno dei giovani campani. L’azione è finanziata con un importo di €200.000,00.

Promessa: Sostegno attivo al Sistema dei Conservatori Campani, per la diffusione della formazione e cultura musicale.
Commento:
• L.R. 18 maggio 2016 n. 12 “Misure per potenziare e rendere effettivo il diritto allo studio universitario”.

Promessa: Iniziative museali audiovisive e rassegne stabili per la valorizzazione della musica e degli artisti della grande canzone napoletana.
Commento:
• D.G.R. n. 52 del 15.02.2016 (bilancio gestionale) stanzia per la riapertura del Teatro Trianon €300.000 per i lavori di ristrutturazione e 300.000 per le spese di gestione. Con atti formali è stato nominato il Presidente della Fondazione Trianon e ripristinata l’Assemblea dei Soci.

Maggioranza
Gruppo Partito Democratico Campania
Gruppo consiliare
Il Gruppo consiliare del Partito Democratico di Regione Campania è formato da 16 consiglieri e presieduto da Mario Casillo. Gli altri componenti sono: Tommaso Amabile, Vincenza Amato, Maria Antonietta Ciaramella, Rosa D'Amelio, Gianluca Daniele, Vincenzo De Luca, Carmela Fiola, Stefano Graziano, Antonio Marciano, Nicola Marrazzo, Erasmo Mortaruolo, Gennaro Oliviero, Francesco Picarone, Loredana Raia e Raffaele Topo.
Nina Celli, 01/02/2017

Adozione di un testo unico delle norme regionali a sostegno alle attività culturali e dello spettacolo, per valorizzare una delle principali ricchezze della Campania, costituita da una grande presenza di talenti e di iniziative nei campi del cinema, della musica, del teatro e delle arti visive. La legge sul Cinema rappresenta un investimento in un settore decisivo per lo sviluppo economico della nostra terra. Fra i tanti aspetti positivi, ci piace sottolineare come questa legge guardi ai giovani del nostro territorio. Le nostre Università e l’Accademia di Belle Arti propongono percorsi di studio innovativi e in grado di formare professionisti di altissimo livello nel settore della produzione audiovisiva: con questa Legge stiamo mettendo le basi per farli lavorare in Campania evitando uno scippo non solo professionale, ma soprattutto culturale. Perché, come disse Monicelli, “il cinema non produce arte, crea al massimo cultura!”. Oggi con questa legge siamo orgogliosi di creare Cultura nel nostro territorio.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

Il capogruppo della Lista Caldoro Presidente, pur avendo rilasciato l’intervista, non è intervenuto in questo specifico ambito.

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: Campania Libera – PSI – Davvero verdi (presidente Francesco Emilio Borrelli); De Luca presidente in rete (presidente Carmine De Pascale); Fratelli d’Italia (presidente Alberico Gambino).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: Forza Italia (presidente Armando Cesàro); UDC (presidente Maria Ricchiuti); Gruppo Misto (sono stati contattati il presidente Francesco Moxedano e il consigliere Pasquale Sommese).

Ha declinato l’invito a intervenire il gruppo Centro Democratico – Scelta Civica (presidente Giovanni Zannini).