Torna a "Promesse elettorali di Stefano Bonaccini"
Stefano Bonaccini
Presidente Regione Emilia-Romagna

#europa

  • Modifiche al patto di stabilità che ci consentano di sbloccare gli investimenti fondamentali per lo sviluppo. L’Emilia-Romagna che vogliamo intende assumersi questa responsabilità;
  • Un incarico di Giunta dedicato alle politiche europee, in grado di dare un indirizzo politico alla progettazione e programmazione europea che guardi ai fondi strutturali come fonte di investimento.
Governo
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, invitato a intervenire, si è dichiarato non interessato a partecipare al progetto Promise Checking.
La redazione resta comunque in attesa di future comunicazioni da parte del governo regionale.

Opposizione
Gruppo Movimento 5 Stelle Emilia - Romagna
Gruppo consiliare
Il Gruppo Movimento 5 Stelle della Regione Emilia - Romagna è formato dai consilieri Andrea Bertani, Silvia Piccinini, Raffaella Sensoli, Gian Luca Sassi e Giulia Gibertoni.
Nina Celli, 23/12/2016

Le modifiche al patto di stabilità per valorizzare gli investimenti. Dove sono? In realtà non dipendono dalla Regione, ma dal confronto Stato membro/Commissione. Obiettivo importante, ma che dipende da altri.
L’incarico “unitario” a un Assessore per le politiche comunitarie c’è (Bianchi). C’è una direzione che raccoglie imprese e formazione (FESR e FSE), ma la programmazione dei fondi è separata fra diversi programmi. Finora non si vedono elementi che segnino differenze fra la programmazione di oggi e quella di prima.

Maggioranza
Igor Taruffi
Presidente Gruppo Sel-Si Emilia-Romagna
Igor Taruffi nasce a Porretta Terme il 12 giugno del 1979. Consegue il diploma di maturità scientifica. Dal 2002 al 2012 ricopre la carica di consigliere comunale e assessore a Porretta Terme e, successivamente, viene chiamato come collaboratore a progetto del gruppo assembleare regionale Sel – Verdi fino all’ottobre 2014.
Nina Celli, 21/10/2016

L’ultimo impegno, un incarico di Giunta dedicato alle politiche europee, in grado di dare un indirizzo politico alla progettazione e programmazione europea che guardi ai fondi strutturali come fonte di investimento, è stato mantenuto in pieno perché l’assessore Patrizio Bianchi ha appunto la delega specifica, come indicato in campagna elettorale. Per quel che riguarda il primo punto, sui fondi europei, si sta lavorando in stretto contatto con Bruxelles, anche in considerazione del fatto che la Regione Emilia Romagna è quella che a livello italiano impiega in positivo tutti i fondi stanziati dall’Europa. Da questo punto di vista ereditiamo una situazione importante e positiva. Per quanto concerne lo sblocco del Patto di Stabilità, invece, credo ci sia ancora molto da fare, soprattutto in considerazione del fatto che il presidente Bonaccini è oggi anche presidente della Conferenza Stato Regioni, quindi a maggior ragione nella contrattazione con il Governo dovrebbe, secondo me, rivendicare con maggiore forza questo ruolo proprio per ottenere il risultato prefissato.

Opposizione
Galeazzo Bignami
Presidente Gruppo Forza Italia Emilia-Romagna
Galeazzo Bignami nasce a Bologna il 25 ottobre 1975. Si laurea in Giurisprudenza e si iscrive all’ordine degli Avvocati. Fin da giovanissimo si appassiona alla politica, militando da studente nel Fronte della Gioventù e diventando a 17 anni segretario regionale del Fronte universitario di azione nazionale. Nel 1999 viene eletto a Bologna e poi riconfermato nelle successive elezioni del 2004 per il Pdl. Viene eletto consigliere regionale nel 2010 e nel 2014.
Nina Celli, 17/10/2016

Cogliamo perfettamente l’importanza dei fondi strutturali europei che, purtroppo, non sono ancora completamente accessibili a tutti, penso in particolare alle piccole e medie imprese. La complessità dei bandi, l’eccessiva burocratizzazione degli stessi, l’informazione spesso non capillare rispetto alla pubblicazione dei bandi, non consente una partecipazione a 360 gradi, con la conseguenza che solo chi ha la forza di produrre progetti di particolare complessità ha poi di fatto accesso ai finanziamenti europei.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non intervenuti in piattaforma, ha accolto l’invito ma non ha ancora inviato il contributo il gruppo Lega Nord (si attende l’intervento del consigliere Massimiliano Pompignoli).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: PD (presidente Stefano Caliandro); Fratelli d’Italia (presidente Tommaso Foti).

Ha declinato l’invito a intervenire il gruppo L’Altra Emilia-Romagna (presidente Piergiovanni Alleva).