Torna a "Promesse Elettorali di Roberto Maroni"
Roberto Maroni
Presidente Regione Lombardia

Infrastrutture e trasporti

  • […] vogliamo una forte accelerazione alla realizzazione finale delle opere prioritarie già avviate dal governo regionale precedente come Pedemontana, TEM e Bre.Be.Mi, per arrivare pronti all’appuntamento di Expo 2015.
  • […] lanceremo lo sguardo oltre i confini regionali e nazionali, sostenendo lo sviluppo di Malpensa, dei collegamenti con il sistema portuale ligure e dei collegamenti ferroviari con i valichi alpini (Loetschberg e San Gottardo).
  • […] Devono essere creati snodi, reti, sistemi interconnessi. Deve essere reso conveniente il transito a nuove modalità di spostamento e l’adozione di nuove tecnologie della mobilità. Deve essere incentivata l’innovazione scientifica e industriale.
  • […] Vogliamo continuare sulla strada già tracciata dal precedente governo regionale degli incentivi alla diffusione della mobilità elettrica o a metano, in cui la Lombardia svolge un ruolo già da protagonista a livello nazionale.

Favorire la realizzazione di nuove opere infrastrutturali

  • […] si propone una ripartizione del rischio tra enti concessionari e Regione Lombardia per garantire presso le banche il rispetto dei piani economici di gestione delle infrastrutture, soprattutto nel caso delle nuove opere viabilistiche/autostradali.

Bandi e appalti a km 0

  • Appalti a km zero per garantire il lavoro e la tutela delle aziende e degli imprenditori locali, e per sostenere l’economia regionale.

Opere Prioritarie

  • Porteremo a conclusione la realizzazione delle opere stradali prioritarie e di accesso ad Expo in particolare Bre.Be.Mi, TEM e Pedemontana, curandone l’impatto sul territorio circostante. Particolare attenzione daremo a tutte quelle strade locali secondarie.

Aeroporti

  • Continueremo a investire risorse e a credere nel ruolo strategico di Malpensa come aeroporto intercontinentale per tutto il Nord Italia e degli aeroporti del sistema regionale.

Trasporto Pubblico Locale

  • Continueremo a investire nel Trasporto Pubblico Locale, nella consapevolezza che l’avvio delle Agenzie di TPL ci garantirà di offrire sempre di più una maggiore qualità, una maggiore razionalizzazione dei servizi e di rinnovare il materiale rotabile, nonostante gli ingenti tagli del Governo. Punteremo sull’utilizzo della la Carta regionale dei servizi anche per attuare una vera integrazione tariffaria.

Mobilità sostenibile

  • Investiremo sulla mobilità elettrica con nuovi bandi che agevolino la sostituzione delle vecchie auto. Favoriremo le nuove modalità di trasporto connesse alla rete ferroviaria, a partire dal car sharing con mezzi a basso impatto, dal bike sharing e dai servizi a chiamata.

Realizzazione infrastrutture ferroviarie

  • […] continueremo a investire risorse sullo sviluppo delle reti ferroviarie sulle grandi direttrici europee, ma anche sulle tratte legate al trasporto pubblico locale come i passante ferroviari e le linee metropolitane.

Piste ciclabili

  • Sosterremo la mobilità ciclistica, non solo come occasione cicloturistica, ma anche come concreta ed economica alternativa all’automobile per raggiungere i luoghi di lavoro. Costruiremo nuove piste ciclabili e green way per dare piena attuazione al piano regionale per la mobilità ciclistica.

Navigli

  • Entro il 2015, in tempo con l’appuntamento di Expo, cambieremo il volto del sistema dei Navigli lombardi: verranno messe in sicurezza le sponde, saranno realizzati itinerari ciclo-pedonali, interventi per la navigabilità, anche per una sua valorizzazione turistica.

Merci

  • […] individueremo itinerari ferroviari dedicati alle merci e lavoreremo per sciogliere i nodi metropolitani. […] In tale direzione svolgeremo un ruolo di regia per lo sviluppo di progetti di city logistic in accordo con i Comuni, gli operatori economici e del trasporto e i gestori della rete infrastrutturale.
Governo
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

Il presidente Roberto Maroni non ha rilasciato commenti per il presente ambito. La redazione Promise Checking resta in attesa di suoi futuri aggiornamenti.

Opposizione
Raffaele Straniero
Consigliere Gruppo Partito Democratico Lombardia
Raffaele Straniero nasce a Lecco il 2 maggio 1955. Laureato in Economia e Commercio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nel 1982, svolge la professione di dottore commercialista. Dal 1980 al 1995 è assessore del Comune di Oggiono e si occupa di bilancio, sport e personale. Nel 1995 viene eletto sindaco, carica che ricopre per due mandati. Nel 2010 entra nella Segreteria Provinciale PD. Dal 2013 è consigliere regionale e componente della “I Commissione – Programmazione e bilancio” e della “V Commissione – Territorio e infrastrutture”.
Nina Celli, 23/05/2017

L’azione del governo regionale su infrastrutture viarie e trasporto pubblico è stata squilibrata a favore delle prime, contrariamente a quanto avrebbe imposto una saggia politica in una Regione densamente popolata ed industrialmente avanzata come la nostra. Anche la gestione delle opere viarie, peraltro, si è rivelata inadeguata. Ovviamente non tutti i limiti e le inadeguatezze del trasporto pubblico, ferroviario e su gomma, possono essere addebitate all’attuale Giunta, visto che si tratta di problematiche che vengono da lontano, però l’attuale governo ha fatto ben poco per invertire la tendenza. In particolare si è rivelata infelice la scelta di riaffidare la concessione del servizio ferroviario a Trenord senza indire una gara a livello europeo, come sarebbe stato auspicabile, secondo la strada già imboccata da altre Regioni. Restano incompiuti gli impegni transfrontalieri relativi alla linea del Gottardo, così come il completamento della Pedemontana.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

Il presidente del Gruppo Partito Democratico Lombardia, Enrico Brambilla, e il presidente del Gruppo M5S Lombardia, Gianmarco Corbetta, pur avendo rilasciato le interviste, non sono intervenuti in questo specifico ambito.

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, ha accolto l’invito ma non ha ancora inviato il contributo il gruppo Lega Lombarda – Lega Nord – Padania (presidente Massimiliano Romeo).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: Con Ambrosoli presidente – Patto Civico (presidente Roberto Bruni); Forza Italia (presidente Claudio Pedrazzini); Gruppo Misto (presidente Maria Teresa Baldini); Lombardia Popolare (presidente Angelo Capelli); Maroni presidente (presidente Stefano Bruno Galli).

Hanno declinato l’invito a intervenire i gruppi Fratelli d’Italia (presidente Riccardo De Corato) e Partito dei Pensionati (presidente Elisabetta Fatuzzo).