Torna a "Promesse elettorali di Vincenzo De Luca"
Vincenzo De Luca
Presidente Regione Campania

Il lavoro, prima di tutto. Impieghi e nuove opportunità per i giovani

● Un piano straordinario per 30.000 posti di lavoro da varare nei primi 100 giorni del nuovo governo regionale: turismo, agricoltura, rigenerazione urbana;
● Prolungamento per altri tre anni (a carico dei fondi UE) delle agevolazioni per le assunzioni a tempo indeterminato previste dalle norme nazionali;
● Istituzione di un voucher formativo erogato al giovane, al disoccupato, all’inoccupato che viene assunto da un’impresa;
● Istituzione di borse lavoro retribuite, che consentano agli allievi di ricevere formazione e fare esperienza di lavoro nell’azienda sostenitrice del progetto;
● Riforma dei Centri per l’impiego per favorire l’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro, abolendo la logica dei sussidi;
● Misure di stabilizzazione del personale precario, a partire da quello già impegnato nelle iniziative in campo ambientale (idraulico-forestali), in campo sanitario e nei servizi sociali;
● Interventi per la promozione del lavoro autonomo, delle nuove professioni e dell’autoimpiego, con particolare riferimento alle figure dei nuovi produttori create con le reti telematiche.

Governo
Vincenzo De Luca
Presidente Regione Campania
Vincenzo De Luca nasce l’8 maggio 1949 a Ruvo del Monte (PT). Ricopre per due mandati la carica di sindaco di Salerno, dal 1993 al 2001. Il 31 maggio 2015 De Luca vince le elezioni regionali con il 41,15% dei consensi. Proclamato ufficialmente presidente della Regione Campania il 18 giugno, dopo otto giorni viene sospeso dalla carica in virtù della Legge Severino. Sospensione che dura solo pochi giorni: il 2 luglio, infatti, il Tribunale di Napoli accoglie il ricorso impugnato d’urgenza, dando così a De Luca la possibilità di firmare gli atti e nominare la Giunta.
Nina Celli, 11/10/2016

L’intervento del presidente Vincenzo De Luca è stato inviato dal portavoce Paolo Russo

Riferimenti e strutture competenti:
Assessore Palmeri (Lavoro) – Assessore Marciani (Formazione) – Assessore Fascione (start up e innovazione)
UDCP: Ufficio di Interfaccia con il Dipartimento dell’istruzione, della ricerca, del lavoro, delle politiche culturali e delle politiche sociali – dott. Salvatore Russo
Dipartimento dell’Istruzione, della Ricerca, del Lavoro, delle Politiche Culturali e delle Politiche Sociali – prof. Antonio Oddati
Direzione Generale per l’istruzione, la formazione, il lavoro e le politiche giovanili – dott.ssa Maria Antonietta D’Urso.

Promessa: Un piano straordinario per 30.000 posti di lavoro da varare nei primi 100 giorni del nuovo Governo regionale: turismo, agricoltura, rigenerazione urbana:
Commento:
• Piano per il lavoro presentato in occasione della visita del Ministro Poletti;
• DGR n. 89 del 08/03/2016 Garanzia giovani – piano di attuazione Regione Campania periodo 2014 – 2020;
• DGR n. 315 del 28/06/2016 Garanzia giovani – piano di attuazione Regione Campania periodo 2014 – 2020. Terza riprogrammazione;
• Misura Psr Campania 2014/2020 6.1.1 – Riconoscimento del premio per giovani agricoltori che per la prima volta si insediano come capo azienda agricola.

Promessa: Prolungamento per altri tre anni (a carico dei fondi UE) delle agevolazioni per le assunzioni a tempo indeterminato previste dalle norme nazionali.
Commento:
• Con DGR n. 160 del 19 aprile 2016 la Giunta regionale ha provveduto a dare avvio al piano di incentivi alle imprese che investono sul territorio con nuove assunzioni al fine di contrastare la disoccupazione in Campania, programmando risorse finanziarie per un ammontare complessivo di € 50.000.000,00;
• Avviso pubblico “incentivi per l’assunzione di lavoratori svantaggiati in Campania – annualità 2016” in esecuzione della DGR n. 160 del 19/04/2016 ad oggetto: “Legge 208/2015, art. 1 comma 178 e ss. – Decontribuzione. Misure attuative POR Campania FSE 2014/2020”.

Promessa: Istituzione di un voucher formativo erogato al giovane, al disoccupato, all’inoccupato che viene assunto da un’impresa.
Commento:
• Avviso per l’“Apprendistato di alta formazione e ricerca”, nell’ambito del programma ‘Garanzia Giovani in Campania’ – Decreto Dirigenziale n. 32 del 22/02/2016. L’avviso, finalizzato all’attivazione della misura 4C, prevede la concessione di incentivi all’assunzione, nonché il finanziamento di percorsi formativi in raccordo con le Università, gli Istituti tecnici superiori e gli enti di ricerca. Per l’iniziativa sono stati stanziati complessivamente 3.000.000,00 di euro. Ai giovani assunti con questa tipologia di contratto sarà garantita una formazione coerente con le istanze delle imprese, conseguendo un titolo di studio in alta formazione o svolgendo attività di ricerca. La Regione Campania finanzierà voucher per la copertura delle spese di iscrizione, frequenza ai corsi universitari e tirocini fino a 6mila euro, finalizzati al rilascio del titolo e personalizzati con attività tutoriali e formative aggiuntive;
• DGR 353 del 06/07/2016 che, attraverso una programmazione di 1.000.000,00, promuove interventi mirati a “favorire la permanenza al lavoro e la ricollocazione dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi”. In tal senso è prevista l’attivazione di un Fondo Rotativo con erogazione di prestiti agevolati ai workers byout cooperativi per finanziare i piani d’investimento delle cooperative e per erogare prestiti ai soci per il versamento del capitale sociale necessario per avviare la nuova impresa. Tali azioni si inseriscono nel complesso di misure incentivanti per l’inserimento lavorativo in impresa e per la creazione di lavoro autonomo, per il sostegno delle azioni rivolte ai lavoratori in cassa integrazione ordinaria e straordinaria, per lavoratori che si trovano coinvolti in processi di ristrutturazione aziendale e che per questo possono essere sospesi, dimessi e iscritti nelle liste di mobilità e per i lavoratori assunti con contratti atipici.

Promessa: Istituzione di borse lavoro retribuite, che consentano agli allievi di ricevere formazione e fare esperienza di lavoro nell’azienda sostenitrice del progetto.
Commento:
• La DGR 114 del 22.03.2016 ha programmato € 16.000.000,00 per l’espletamento di laboratori polivalenti locali dedicati alla aggregazione giovanile, a sostenerne la creatività e alla valorizzazione dei giovani.
Tali azioni saranno perseguite attraverso:
• Sostegno alla costituzione di nuove associazioni;
• Attività da realizzare con il supporto delle reti finalizzati a promuovere la crescita personale e l’integrazione dei giovani e il rafforzamento di competenze trasversali;
• Laboratori polivalenti locali dedicati alla aggregazione giovanile, a sostenerne la creatività e alla valorizzazione dei giovani, finalizzati anche alle attività di informazione e di orientamento.

Promessa: Riforma dei Centri per l’impiego per favorire l’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro, abolendo la logica dei sussidi.
Commento:
• DGR n.722 del 16.12.2015 approva lo schema di convenzione tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e la Regione Campania in materia di servizi per l’impiego, con cui il Ministero stanzia per il biennio 2015/2016 la somma di € 17.613.391 al fine di provvedere alla iniziale copertura dei due terzi dell’impegno finanziario necessario a sopportare la spesa per il personale in forza ai Centri per l’Impiego della Campania in favore della Regione Campania, il rimanente terzo è a carico della Regione;
• Firmate Convenzioni di secondo livello tra Regione Campania, Enti di Area vasta e Città Metropolitana per la gestione delle risorse umane e strumentali;
• Riorganizzazione dei Centri per l’Impiego e riterritorializzazione dei servizi integrati per Ambiti Sociali Territoriali, finalizzata alla creazione di sportelli di prossimità che, integrando servizi alla persona e per il lavoro, consentono di offrire una filiera integrata di servizi ai cittadini
• Si sta procedendo alla firma dell’accordo con Città Metropolitana di Napoli per la creazione di sportelli di prossimità.

Promessa: Misure di stabilizzazione del personale precario, a partire da quello già impegnato nelle iniziative in campo ambientale (idraulico-forestali), in campo sanitario e nei servizi sociali.
Commento:
• 48 Corsi di Formazione avviati per i CUB [Confederazione Unitaria di Base, NdR], DD n.293 del 12.08.2016; per la platea BROS si è proceduto alla ricognizione delle risorse umane e delle relative competenze finalizzata alla prossima attivazione dei percorsi formativi;
• Legge regionale 14 del 26.05.2016 – percorsi formativi finalizzati alla riqualificazione professionale nel settore dei servizi delle “public utilities” per il personale dei consorzi di bacino della regione Campania – DGR n. 354 del 06/07/2016;
• Con decreto dirigenziale n. 251 del 14 luglio 2016 è stato prorogato l’Avviso pubblico per la costituzione di un elenco di Organismi autorizzati alla erogazione di interventi di politiche attive del lavoro rivolti ai beneficiari degli ammortizzatori sociali in deroga;
• Infine, con DGR 420 del 27.07.2016 sono stati programmati € 60.000.000 per il piano di Formazione-Lavoro per ex Percettori di Ammortizzatori Sociali Ordinari e Straordinari ora privi di sostegno al reddito o disoccupati. In particolare, il Piano finanziato prevede un’attuazione su più linee d’intervento, sviluppate come di seguito:
1. Formazione continua: Percorsi di formazione aventi a riferimento il Sistema del Repertorio regionale dei titoli e delle qualificazioni professionali (D.G.R n.223 del 27.06.2014), dell’Alta Formazione in coerenza con gli interventi messi in campo dalla rete delle Università, dei Centri di ricerca e delle imprese; Formazione per l’acquisizione di qualifiche di accesso all’area professionale; Formazione per l’acquisizione di qualifiche di approfondimento tecnico – di Specializzazione;
2. Formazione per la riqualificazione;
3. Esperienza di formazione pratica presso un luogo di lavoro per l’acquisizione di qualifiche di approfondimento tecnico-di specializzazione, al fine di consentire il reinserimento lavorativo;
4. Azioni di accompagnamento al lavoro per l’attivazione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato promuovendo interventi di orientamento, scouting delle opportunità occupazionali, tutoring, matching nonché all’individuazione della tipologia contrattuale più funzionale al fabbisogno manifestato;
5. Incentivi alle imprese che procederanno all’assunzione con contratto a tempo indeterminato;
6. Percorsi lavorativi presso Pubbliche Amministrazioni di cui al D. Lgs 165/01, rivolti ad ex percettori di ammortizzatori sociali di età superiore ai 60 anni privi di sostegno al reddito, per favorire la permanenza nel modo del lavoro- in attività di pubblica utilità come da D.Lgs 150/15;
7. Interventi rivolti agli Enti pubblici per l‘erogazione di voucher buoni lavoro (LOA).

Promessa: Interventi per la promozione del lavoro autonomo, delle nuove professioni e dell’autoimpiego, con particolare riferimento alle figure dei nuovi produttori create con le reti telematiche.
Commento:
• DGR 465 ha approvato il progetto “JAVA CAMPANIA – Innovazione e formazione digitale”;
• DD n.9 del 4.05.2016 con cui si approvano il progetto esecutivo di Sviluppo Campania relativo all’autoimprenditorialità giovanile e lo schema di convenzione tra la Regione e Sviluppo Campania (nell’ambito delle azioni di Garanzia Giovani);
• “Training per competere” DGR n. 420 del 27/07/2016.

Opposizione
Massimo Grimaldi
Presidente Gruppo "Caldoro Presidente" Campania
Nato il 12 novembre 1973 a Carinola, è un imprenditore nel settore metalmeccanico, presidente del Gruppo consiliare Caldoro Presidente. È componente delle seguenti Commissioni: Commissione speciale 3 (Terra dei fuochi, bonifiche, ecomafie); terza Commissione (Attività produttive - Programmazione, Industria, Commercio, Turismo, Lavoro ed altri settori produttivi); quarta Commissione (Urbanistica, Lavori Pubblici, Trasporti); sesta Commissione (Istruzione e Cultura, Ricerca scientifica, Politiche sociali); Commissione consiliare d'inchiesta sulle Società partecipate, Consorzi ed Enti strumentali dipendenti dalla Regione.
Nina Celli, 11/01/2017

L’ex presidente Caldoro, oggi capo dell’opposizione, [ha] denunciato l’assenza della Regione e dei sindacati per le aree di crisi industriali. La Campania non è rientrata nelle aree di crisi complesse ed avrà dunque meno risorse ed opportunità per affrontare la crisi occupazionale. I lavoratori sono lasciati totalmente soli. Le Istituzioni non dialogano, si sono chiuse nel Palazzo, la Regione non fa nulla e non riceve nessuno, e dall’altra parte abbiamo un sindacato scomparso. Una situazione assurda e a pagare sono sempre i più deboli.
Anche durante il [nostro] governo ci sono state crisi occupazionali molto serie. Anche noi abbiamo avuto crisi importanti. Abbiamo affrontato il caso whirlpool., abbiamo risolto il caso Irisbus, fra mille difficoltà. Abbiamo risolto la vertenza Fiat Pomigliano, siamo un modello in Italia su questa vertenza.
Vi erano i problemi ma siamo intervenuti con i sindacati. Stavamo sul luogo di lavoro, in fabbrica. Abbiamo convocato tavoli di crisi, passato nottate intere per affrontare i temi, incontrato il governo, le imprese, i lavoratori. Le Istituzioni erano insomma presenti, stavamo sul posto. Avevamo le porte aperte e un sindacato protagonista. Insieme facemmo il ‘Contratto Campania’ che ci ha consentito di affrontare tante crisi. Ricordo Airola, dove insieme riprendemmo produttività e lavoro.
Oggi la situazione è allarmante. Noi come opposizione ci siamo, siamo pronti al confronto, immediatamente disponibili ad avviare e sollecitare tutte le azioni utili a tutelare i lavoratori ed i livelli produttivi. Perché tutto funzioni però serve una condizione fondamentale, che purtroppo non abbiamo: Istituzioni in grado di capire i problemi, capaci di capire quanto sia grave perdere risorse su sanità e trasporti, ma oggi la Regione capisce solo di potere, incarichi e poltrone. A discapito, ancora una volta, dei più deboli.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

Il Gruppo Partito Democratico Campania, pur avendo rilasciato l’intervista, non è intervenuto in questo specifico ambito.

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: Campania Libera – PSI – Davvero verdi (presidente Francesco Emilio Borrelli); De Luca presidente in rete (presidente Carmine De Pascale); Fratelli d’Italia (presidente Alberico Gambino).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: Forza Italia (presidente Armando Cesàro); UDC (presidente Maria Ricchiuti); Gruppo Misto (sono stati contattati il presidente Francesco Moxedano e il consigliere Pasquale Sommese).

Ha declinato l’invito a intervenire il gruppo Centro Democratico – Scelta Civica (presidente Giovanni Zannini).