Torna a "Promesse elettorali di Michele Emiliano"
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia

Partecipazione e trasparenza

  • Legge sulla partecipazione e stanziamento di fondi regionali ed europei per attivare procedure partecipative a disposizione di enti locali, cittadini, associazioni, partiti;
  • Sessione annuale del Consiglio Regionale sulla partecipazione […] per valutare i risultati dei processi partecipativi e motivarne l’accoglimento o meno;
  • Town Meeting annuale: un incontro per verificare lo stato di attuazione del programma e per far emergere punti critici ed eventuali migliorie della legislazione e dell’amministrazione regionale;
  • Citizen Meeting con relativi tavoli tematici: un incontro tra cittadini, stakeholder, amministratori, soggettività sociali interessate, convertendo il modello “sagra” in piattaforma stabile di partecipazione al governo del territorio;
  • Potenziamento e rete degli URP di Regione e Comuni della Puglia per trasformarli nello sportello unico del cittadino;
  • Riforma del Consiglio delle autonomie locali per valorizzare ulteriormente il ruolo di questo organismo nell’attività di concertazione e confronto tra Stato, Regioni ed autonomie sui temi di comune interesse, operando una revisione della l.R. 29/2006;
  • Struttura di audit interno per la verifica di conformità nella esecuzione dei contratti di tutte le acquisizioni di beni e servizi;
  • Implementazione e rafforzamento del Network dei responsabili della corruzione, già previsto dal piano anticorruzione regionale, per mettere in rete azioni, iniziative, prassi, programmi di formazione ed estenderle anche alle istituzioni sanitarie; il network attualmente include Regione, agenzie e società partecipate;
  • Adozione di un Codice Etico dei dipendenti pubblici e la legge sul lobbying (attualmente esiste il codice di comportamento regionale, che adegua alle esigenze regionali il contenuto del DPR 62/2012) per inserire regole innovative in ambiti particolari (disciplina del conflitto di interessi della politica, disciplina dei rapporti tra politica e impresa, disciplina dei rapporti tra politica e dirigenza);
  • Piano di rotazione degli incarichi della dirigenza regionale e altre misure complementari relative al modello organizzativo
  • Trasmissione video delle sedute delle Commissioni e di quelle del Consiglio regionale
Governo
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia
Nina Celli, 30/01/2017

A novembre 2016 Il presidente della Regione Puglia ha presentato un bilancio del suo primo anno di governo attraverso una serie di slide: “Il primo anno di una lunga vita felice – 1500 fatti, non parole”.
Le slide, presentate nella sala del cinema Ciaky di Bari, sono una ricostruzione dell’operato del governo regionale anche in riferimento al programma elettorale presentato dal presidente Emiliano in occasione delle elezioni Regionali, pertanto, lo staff del presidente Emiliano ha fornito alla nostra redazione tale materiale quale valida testimonianza del grado di realizzazione del programma elettorale.

Le slide di sintesi del primo anno di governo regionale di Michele Emiliano riportano passi avanti in riferimento alla legge sulla partecipazione:

  • Persone, progetti e territori al centro del bene comune;
  • Corpi sociali più attivi;
  • Più qualità della democrazia, più responsabilità sociale;
  • Più efficacia delle politiche pubbliche;
  • Obiettivi, funzionamento, tempistiche e procedure certe della partecipazione.

Strumenti introdotti dal DDL:

  • Dibattito pubblico obbligatorio per le grandi opere;
  • Un programma annuale della Partecipazione aperto alle proposte di enti locali, partiti, sindacati, associazioni, scuole;
  • Town meeting e Citizen Meeting annuale: incontri di verifica del Programma con Sindaci e amministratori, incontri tematici con associazioni, cittadini;
  • Consultazioni pubbliche tramite piattaforma informatica regionale.

Novità anche in riferimento al disegno di legge sul lobbying, che disciplina delle attività di lobbying presso i decisori pubblici:

  • Promuove principi di uguaglianza, trasparenza e partecipazione alla decisione pubblica;
  • Disciplina il lobbying dei gruppi di interesse particolare;
  • Rafforza il contrasto alla corruzione all’interno della P.A;
  • Rende tracciabile per il cittadino il percorso legislativo e degli atti amministrativi generali.
Opposizione
Antonio Salvatore Trevisi
Consigliere M5S Puglia
Nato il 26 gennaio 1976, si è laureato in Economia presso l’Università del Salento e, presso la Facoltà di Ingegneria dello stesso Ateneo, ha conseguito il dottorato di ricerca in Sistemi Energetici e Ambiente. È stato eletto consigliere regionale del M5S nella circoscrizione di Lecce ed è componente della Commissione V (Ambiente - Assetto ed utilizzazione del territorio).
Nina Celli, 29/12/2016

Per quanto riguarda la legge sulla partecipazione è stato presentato un DDL, il cui esame è stato avviato il 24 novembre 2016 dalla Commissione VII Affari Istituzionali ed è proseguito il 1° dicembre 2016. Quindi siamo ancora in una fase preliminare. Tra le misure comprese nel DDL sulla Partecipazione rientrano la Sessione annuale del Consiglio regionale sulla partecipazione, il Town Meeting e il Citizen Meeting, quali modelli di partecipazione da implementare.
Riguardo al potenziamento degli URP di Regione e Comuni della Puglia, non mi risulta che allo stato attuale siano stati previsti degli interventi, dunque, su questo punto non ci sono state modifiche rilevanti. Anche con riferimento alla riforma del Consiglio delle autonomie locali, per la valorizzazione del ruolo dell’organismo non è ancora intervenuta alcuna modifica.
In merito all’adozione di una legge sul lobbying, è stato presentato un DDL calendarizzato agli inizi di novembre [2016] e il relativo esame è stato avviato nella prima settimana di dicembre.
Per il Piano di rotazione degli incarichi della dirigenza regionale e altre misure complementari relative al modello organizzativo, è stato implementato il modello MAIA che sostituiva il precedente, denominato GAIA, tuttavia il nuovo modello sta suscitando critiche e lamentele da parte dei dipendenti.
Circa la trasmissione video delle sedute delle Commissioni e di quelle del Consiglio regionale non è stato introdotto lo streaming, nonostante la nostra richiesta: il Movimento 5 Stelle ha proposto, infatti, lo streaming sia per le sedute delle Commissioni che per quelle del Consiglio. A tal proposito, il M5S ha intrapreso un’iniziativa, trasmettendo in diretta dalle finestre dei suoi uffici, in via Capruzzi, lo streaming del Consiglio regionale. Allo stato attuale, infatti, lo streaming è riservato solo agli utenti della intranet, ovvero ai dipendenti della Regione, consiglieri e così via, ma noi, come Movimento 5 Stelle, puntiamo ad estenderlo a tutti i cittadini, e lo stiamo già facendo trasmettendolo in diretta sulla nostra pagina facebook e sul sito web del M5S Puglia.

Maggioranza
Napoleone Cera
Presidente Gruppo Lista Popolari Puglia
Nato il 27 ottobre 1980 a San Giovanni Rotondo, è laureato in Giurisprudenza. È stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Foggia per la lista i Popolari di cui è capogruppo. È Componente della Commissione VII (Affari Istituzionali); segretario della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione) e vice presidente della Commissione d'indagine sulla gestione dei Consorzi di bonifica.
Nina Celli, 12/10/2016

Piace sottolineare il virtuoso processo di trasparenza e partecipazione avviato dalla Regione Puglia, anche se la strada da percorrere è ancora lunga. Resta, tuttavia, il positivo riscontro di un iter orientato a favorire il rafforzamento dei processi di controllo sull’attuazione del programma governativo.
A nostro avviso è auspicabile una maggiore implementazione degli strumenti a disposizione (URP, uffici regionali, rete territoriale) per garantire più occasioni di conoscenza dell’attività regionale e magari mettere a regime periodici incontri (con i cittadini ma anche con i gruppi politici di maggioranza) per fare il punto sull’attuazione del programma, così da rivedere eventuali comportamenti o accelerare su altri.
Si spera anche che la rotazione degli incarichi dirigenziali e l’adozione di nuovi modelli organizzativi possano al più presto dare i frutti attesi, con il conseguimento di nuovi e più ambiziosi obiettivi a disposizione dei comuni e dei cittadini.

Opposizione
Ignazio Zullo
Presidente Gruppo Conservatori e Riformisti
Nato il 20 agosto 1959 a Cassano Murge (BA), è laureato in Medicina e Chirurgia ed è dirigente medico del distretto socio sanitario di base dell’Azienda Asl/Ba. Nominato presidente del Gruppo consiliare Pdl-FI in sostituzione di Rocco Palese, consigliere regionale dimissionario a seguito dell’elezione in Parlamento alle Politiche del 2013, è attualmente presidente del Gruppo consiliare Conservatori e Riformisti e componente della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione).
Nina Celli, 12/12/2016

Credo che “partecipazione e trasparenza” per la Regione Puglia sia solo uno slogan. Di partecipazione non si può parlare perché il coinvolgimento del Consiglio e delle commissioni è nullo e tutto viene svolto a livello di assessorati e di agenzie che il presidente Emiliano crea per bypassare anche gli assessorati stessi. Per cui a nostro avviso, ripeto, rimane tutto circoscritto a semplici slogan.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: Forza Italia (presidente Andrea Caroppo); Noi a Sinistra per la Puglia (si attende l’intervista del consigliere Cosimo Borraccino); PD (presidente Michele Mazzarano).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: La Puglia con Emiliano (presidente Paolo Pellegrino); Emiliano sindaco di Puglia (presidente Sabino Zinni); Movimento Schitulli – AP (è stato contattato il consigliere Luigi Morgante).