Torna a "Promesse elettorali di Sergio Chiamparino"
Sergio Chiamparino
Presidente Regione Piemonte

Rapporti Internazionali. Un Piemonte più vicino all’Europa

  • La crescita del territorio ha bisogno di una migliore capacità di interazione con le istituzioni europee e del rilancio di progetti transfrontalieri, a partire dall’iniziativa dell’Euroregione Alpi Mediterraneo (Piemonte, Rhône Alpes, Valle d’Aosta, Provence Alpes Maritimes Cote d’Azur, Liguria) finalizzata ad attrarre risorse, moltiplicare opportunità e concentrare energie su obiettivi comuni”.
Governo
Sergio Chiamparino
Presidente Regione Piemonte
Sergio Chiamparino nasce a Moncalieri il I settembre 1948 da una famiglia operaia. Si laurea in Scienze Politiche all'università di Torino, dove, fino al 1975, svolge attività di ricerca. Nello stesso anno ha inizio il suo impegno politico nel Comune di Moncalieri nelle fila del PCI. Nel 2001 si presenta alle elezioni comunali di Torino, vincendo al ballottaggio con il 52,8% dei voti. Riconfermato, poi, nel 2006, quando vince al primo turno contro Rocco Buttiglione. Tra il 2012 e il 2014 è presidente della Fondazione bancaria Compagnia di San Paolo, incarico dal quale si dimette per candidarsi alla presidenza della Regione Piemonte. Sergio Chiamparino il 26 maggio 2014 vince le elezioni con quasi il 47% dei voti.
Nina Celli, 10/01/2017

L’intervento del presidente Sergio Chiamparino è stato inviato dalla portavoce Alessandra Gaia Perera

È stato svolto un intenso lavoro nell’ambito della Cabina di regia per la logistica, costituita dalle Regioni Piemonte, Liguria e Lombardia, che ha visto la sottoscrizione di documenti condivisi anche con il Ministero dei Trasporti sulle opere infrastrutturali e sulle azioni immateriali necessarie a rendere maggiormente competitivo il trasporto merci su ferro. Gli Stati generali della Logistica del Nord-Ovest, svoltisi a Novara in aprile, hanno rappresentato un evento che ha coinvolto tutti gli operatori del settore e che ha visto la partecipazione del Ministro Delrio. Nell’ambito della Cabina di regia è in corso di valutazione l’introduzione di un incentivo (Ferrobonus) regionale, che si sommerà a quello previsto a livello governativo.

Opposizione
Gruppo Forza Italia Piemonte
Gruppo Forza Italia Piemonte
Il Gruppo Forza Italia della Regione Piemonte è presieduto da Gilberto Pichetto Fratin e Francesco Graglia è il suo vice. Gli altri consiglieri sono: Massimo Berutti, Claudia Porchietto, Daniela Ruffino, Diego Sozzani, Gian Luca Vignale.
Nina Celli, 17/10/2016

L’intervento del Gruppo Forza Italia Piemonte è stato inviato dal portavoce Davide Balena

Promessa: la crescita del territorio ha bisogno di una migliore capacità di interazione con le istituzioni europee e del rilancio di progetti transfrontalieri, a partire dall’iniziativa dell’Euroregione Alpi Mediterraneo (Piemonte, Rhône Alpes, Valle d’Aosta, Provence Alpes Maritimes Cote d’Azur, Liguria) finalizzata ad attrarre risorse, moltiplicare opportunità e concentrare energie su obiettivi comuni;
Commento: grandi annunci in perfetto stile “Renzi” senza alcun risultato concreto.

Maggioranza
Marco Grimaldi
Presidente Gruppo Sel-Si Piemonte
Marco Grimaldi nasce a Torino l'8 novembre 1980. L'impegno politico inizia sin dai tempi del liceo e nel 2001 viene eletto senatore degli studenti all'Università degli Studi di Torino. Dal 2001 al 2004 è segretario provinciale della Sinistra giovanile. Nel 2006 diventa consigliere comunale di Torino nella lista Democratici di Sinistra-Ulivo, impegnandosi nei settori legati alla cultura giovanile, alla lotta alle nuove dipendenze e all’ambiente. Nel 2011 viene nuovamente eletto in Consiglio comunale per Sinistra Ecologia Libertà. Nel 2014 è eletto in Consiglio regionale nella lista maggioritaria.
Nina Celli, 14/10/2016

Come prima cosa posso dire che siamo fortunati ad avere un ex Presidente come Bresso, ancora fra i capofila a livello europeo ed europarlamentare del Comitato delle Regioni. Abbiamo tenuto da poco un consiglio aperto con le Regioni a noi confinanti e i nostri programmi di ricerca e di attrazione dei fondi europei sono in comune con la Provenza; inoltre c’è un gemellaggio con alcuni Land tedeschi. Queste sono iniziative rilevanti in un momento così brutto e triste per le relazioni europee. In passato il rilancio dei programmi Erasmus e Leonardo, degli Interrail era parte di una strategia che serviva e bastava al nostro modo di pensarci in Europa. Oggi questi programmi non bastano più. Penso che il contribuito che si può dare in questo senso sia il contributo culturale di una Regione che vuole sentirsi europea, che non si vuole chiudere nei propri confini. Bisogna aumentare la cooperazione con quelle comunità che hanno maggiormente cambiato il volto del nostro territorio. Quando una città come Torino ospita più di 30mila rumeni, mi chiedo se abbia senso collaborare solo con le Regioni limitrofe francesi e non, invece, iniziare a pensare a dei programmi di scambio, di collaborazione più ampi con la stessa Romania. In questo bisogna uscire non tanto da un razzismo istituzionale, ma da un atteggiamento scarsamente lungimirante. Vale per i Paesi dell’Unione Europea e ancor di più dovrebbe valere per i Paesi extra-UE. La collaborazione internazionale può essere centrale. Lo dico per le nazioni del mediterraneo e non solo. Dalla crisi si esce con più reti, più ponti e meno muri.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

Il Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Piemonte, pur avendo rilasciato l’intervista, non è intervenuto in questo specifico ambito.

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non intervenuti in piattaforma, ha accolto l’invito ma non ha ancora inviato il contributo il gruppo Lega Nord Piemonte (presidente Gianna Gancia).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: PD (presidente Davide Gariglio); Moderati (presidente Maria Carla Chiapello); Scelta di rete civica per Chiamparino (presidente Alfredo Monaco).

Ha declinato l’invito a intervenire il gruppo Chiamparino per il Piemonte (presidente Mario Giaccone).