Torna a "Promesse elettorali di Michele Emiliano"
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia

Salute, sport e buona vita

  • Istituzione del consiglio superiore della Sanità;
  • Revisione regionale della normativa per l’accreditamento, attraverso l’individuazione di ulteriori requisiti (trasversali e specifici) rispetto a quelli previsti dalla normativa nazionale e l’adozione del sistema unico regionale di misurazione e valutazione delle performance delle strutture pubbliche e private accreditate (modello MES), assunto come strumento per la programmazione regionale (PSR) e la valutazione del management aziendale;
  • Pubblicazione in rete dei risultati annuali conseguiti dalle strutture sanitarie pubbliche e private, secondo il sistema unico regionale di misurazione e valutazione delle performance, sulla base dell’indagine annuale operata dell’ARES;
  • Mappatura di tutti i processi assistenziali (territorio e prevenzione) e controlli della qualità delle prestazioni con il coinvolgimento dei cittadini;
  • Informatizzazione completa ed integrata di tutte le strutture sanitarie pubbliche. È indispensabile, ai fini della trasparenza, dell’efficienza e della economicità del sistema, un’implementazione della dematerializzazione: ricetta, fascicolo e cartella clinica elettronica;
  • Ridefinizione degli ambiti territoriali, intesi come “bacini”, ovvero aree vaste, in cui far riorganizzare sia le attività territoriali che quelle ospedaliere coinvolgendo gli amministratori locali;
  • Ulteriori livelli di esenzione per la specialistica, in funzione di requisiti reddituali e di disoccupazione;
  • Definizione di un tariffario regionale per le prestazioni ambulatoriali e per le prestazioni di medicina complementare, completamente gratuite per soggetti esenti (ad esempio, cure odontoiatriche per la popolazione in età evolutiva);
  • Istituzione della figura del Disability Manager in ogni azienda e struttura sanitaria;
  • Potenziamento dell’assistenza domiciliare nella propria dimora per persone con disabilità gravi “Safe at Home Puglia”;
  • Programmazione regionale per la pianificazione e il miglioramento della rete di impianti sportivi, adeguamento dell’esistente e implementazione, in coordinamento con gli enti locali ed il Coni.
Governo
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia
Nina Celli, 30/01/2017

A novembre 2016 Il presidente della Regione Puglia ha presentato un bilancio del suo primo anno di governo attraverso una serie di slides: “Il primo anno di una lunga vita felice – 1500 fatti, non parole”.
Le slides, presentate nella sala del cinema Ciaky di Bari, sono una ricostruzione dell’operato del governo regionale anche in riferimento al programma elettorale presentato dal presidente Emiliano in occasione delle elezioni Regionali, pertanto, lo staff del presidente Emiliano ha fornito alla nostra redazione tale materiale quale valida testimonianza del grado di realizzazione del programma elettorale.

Nell’ambito Salute, le slide di sintesi del primo anno di governo regionale di Michele Emiliano sottolineano un rafforzamento delle reti sanitarie e sociosanitarie:

  • Rafforzamento Rete territoriale sanitaria e sociosanitaria dei Servizi per l’Autismo;
  • Schema di Regolamento Regionale per la rete di assistenza ai malati di Disturbi del Comportamento Alimentare;
  • Attivate 2 Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza detentive di Spinazzola e Carovigno, per complessivi 38 posti.

Si segnala, inoltre, l’implementazione della Sanità digitale:

  • Nuovo Portale della Salute;
  • Attivazione del fascicolo sanitario elettronico;
  • Realizzazione della app per dispositivi mobili PugliaSalute;
  • Dematerializzazione della ricetta medica con circa il 95% dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta collegati.

Telecardiologia, telemedicina e informatizzazione mezzi mobili:

  • Telecardiologia e Telemedicina, sono stati approvati indirizzi operativi per la promozione e la diffusione nel servizio sanitario pugliese dei relativi investimenti;
  • Informatizzazione dei mezzi mobili del 118 di Puglia con la digitalizzazione della scheda paziente nelle province di Brindisi e di Taranto. Nel 2017 allargheremo il progetto alle altre province.

Inoltre, sono stati avviati 139 progetti per il rafforzamento della Sanità Territoriale e la riconversione degli ospedali dismessi attraverso 404 Milioni. In alcuni di questi sono già in fase di pubblicazione i bandi.

In riferimento al Piano di Riordino, sono segnalati un aumento dei posti letto, aumentati da 12.700 preesistenti a 13.300; punti di erogazione (reparti/servizi) da 1.300 preesistenti a 1.000; Strutture complesse (primariati) da 500 preesistenti a 450.
Segnalato anche:

  • 126 nuove farmacie territoriali di cui 58 già aperte ed in esercizio;
  • Attivato il Registro Tumori Regionale consultabile online;
  • Attivi 24 centri antiviolenza e 10 case rifugio su tutto il territorio;
  • Programma regionale PRO.V.I. è entrato nel vivo dell’attuazione e intende sostenere la Vita Indipendente delle persone adulte con disabilità grave per 8 milioni di €.

Centralizzazione spesa sanitaria:

  • Acquisti sanitari centralizzati attraverso il “Soggetto Aggregatore”. Con le gare che sono partite o stanno per partire entro la fine dell’anno prevediamo un risparmio di spesa di almeno il 10% rispetto alla spesa complessiva.
Opposizione
Antonio Salvatore Trevisi
Consigliere M5S Puglia
Nato il 26 gennaio 1976, si è laureato in Economia presso l’Università del Salento e, presso la Facoltà di Ingegneria dello stesso Ateneo, ha conseguito il dottorato di ricerca in Sistemi Energetici e Ambiente. È stato eletto consigliere regionale del M5S nella circoscrizione di Lecce ed è componente della Commissione V (Ambiente - Assetto ed utilizzazione del territorio).
Nina Celli, 29/12/2016

In questo settore ci risulta solo la predisposizione di interventi in merito alla revisione regionale della normativa per l’accreditamento e alla implementazione della dematerializzazione di ricetta, fascicolo e cartella clinica elettronica. Sul potenziamento dell’assistenza domiciliare per persone con gravi disabilità ci risulta l’istituzione di un tavolo regionale per il coordinamento dell’attività socio-sanitaria delle ASL.
Anche in merito all’ultimo punto non ci risulta alcuna azione del governo.

Maggioranza
Napoleone Cera
Presidente Gruppo Lista Popolari Puglia
Nato il 27 ottobre 1980 a San Giovanni Rotondo, è laureato in Giurisprudenza. È stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Foggia per la lista i Popolari di cui è capogruppo. È Componente della Commissione VII (Affari Istituzionali); segretario della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione) e vice presidente della Commissione d'indagine sulla gestione dei Consorzi di bonifica.
Nina Celli, 12/10/2016

L’attività del governo regionale è stata incentrata in prevalenza sulla riorganizzazione del sistema ospedaliero. Un tema da inquadrare in una più ampia discussione che riguarda la garanzia delle cure, l’efficacia delle cure e il miglioramento della qualità della vita dei pugliesi. Il piano di riordino ospedaliero presenta luci e ombre, ma non poteva essere altrimenti, visto i pesanti condizionamenti di bilancio che il settore sanitario subisce dal governo nazionale. Come Popolari abbiamo presentato proposte di miglioramento e di rivisitazione per alcune strutture sanitarie, ma ci siamo sempre preoccupati di far passare il concetto che non bisognava fare battaglie di campanilismo e cercare di trovare il miglior equilibrio per garantire cura e assistenza ai cittadini nel rispetto dei vincoli di bilancio.
Tra le iniziative intraprese dal Gruppo Popolari vi è anche la recente proposta di legge sul riconoscimento dell’AFA (Attività Fisica Adattata) e l’istituzione della certificazione di Palestra Etica. Ovvero una proposta di modifica della L.R. 33/2006 per il riconoscimento, giuridico-formale, dell’AFA, accanto ad altre tipologie già previste dalla legge.
Significativo anche il contributo dei Popolari al sistema sociale regionale. In piena collaborazione con l’assessore al Welfare sono state proposte attività di maggiore organizzazione dei servizi territoriali nell’ottica di venire incontro alle esigenze dei cittadini.
Sul piano sociale grande rilevanza ha l’istituzione del Reddito di Dignità (ReD) che consentirà un aiuto importante a numerose famiglie pugliesi in difficoltà.
Ritardi invece si riscontrano sulla pianificazione delle strutture sportive, mentre positivo è il coordinamento con gli enti locali e con il Coni.

Opposizione
Ignazio Zullo
Presidente Gruppo Conservatori e Riformisti
Nato il 20 agosto 1959 a Cassano Murge (BA), è laureato in Medicina e Chirurgia ed è dirigente medico del distretto socio sanitario di base dell’Azienda Asl/Ba. Nominato presidente del Gruppo consiliare Pdl-FI in sostituzione di Rocco Palese, consigliere regionale dimissionario a seguito dell’elezione in Parlamento alle Politiche del 2013, è attualmente presidente del Gruppo consiliare Conservatori e Riformisti e componente della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione).
Nina Celli, 12/12/2016

Per quanto riguarda sport e buona vita, intesa come promozione della salute attraverso attività fisica, lotta al tabagismo, all’alcolismo, promozione dei giusti stili di vita, il governo non fa nulla, né formazione né informazione. Per la sanità in Puglia siamo bloccati nel piano operativo, con il divieto di assunzioni. Abbiamo una sanità che sprofonda e i costi rimangono alti, tra maggiorazioni nelle tassazioni Irpef e Irap, ticket e super-ticket, e alla fine i cittadini si ritrovano imprigionati in lunghe liste di attesa che impediscono una cura reale.
Manca, inoltre, prevenzione e un piano di medicina territoriale. In Puglia, praticamente, si sta costruendo un sistema sanitario al contrario rispetto a quello che dovrebbe essere: si tralasciano prevenzione e servizi territoriali e si spreca negli ospedali. Tutto questo crea mancanza di assistenza, sprechi e alta tassazione per i cittadini.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: Forza Italia (presidente Andrea Caroppo); Noi a Sinistra per la Puglia (si attende l’intervista del consigliere Cosimo Borraccino); PD (presidente Michele Mazzarano).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: La Puglia con Emiliano (presidente Paolo Pellegrino); Emiliano sindaco di Puglia (presidente Sabino Zinni); Movimento Schitulli – AP (è stato contattato il consigliere Luigi Morgante).