Torna a "Promesse elettorali di Vincenzo De Luca"
Vincenzo De Luca
Presidente Regione Campania

Scuola, Università, Innovazione. Dalla parte degli studenti

● Il miglioramento delle condizioni e della qualità dell’istruzione a tutti i suoi livelli come leva per la formazione di un nuovo capitale sociale e la promozione dei talenti della Campania;
● La messa in sicurezza, l’ammodernamento e la connessione in rete degli edifici scolastici come priorità per garantire serenità ad allievi e famiglie, oltre che per realizzare strutture adeguate alle più recenti evoluzioni della didattica;
● Ripristino dei fondi per il diritto allo studio, irresponsabilmente tagliati in questi anni;
● Adozione di misure per assicurare livelli adeguati di welfare scolastico (borse di studio, mense, impianti e attrezzature, libri di testo, strumenti informatici e telematici);
● Provvedimenti specifici per il trasporto pubblico gratuito o agevolato agli studenti medi e universitari in riferimento agli scaglioni dei nuclei familiari a minore reddito;
● Programmi attivi, d’intesa con gli enti locali, per il contrasto alla dispersione scolastica, con particolare attenzione alle aree urbane degradate e ad alto tasso criminale;
● Sostegno all’informatizzazione e all’innovazione tecnologica a supporto delle nuove metodologie didattiche sviluppate grazie alla progressiva integrazione delle ICT e di Internet nella pratica educativa;
● Valorizzazione del sistema universitario campano, attraverso programmi volti al sostegno ed all’integrazione delle capacità didattiche e di ricerca dei singoli Atenei, in una logica di internazionalizzazione e di più intensa partecipazione ai progetti europei;
● Razionalizzazione e valorizzazione dei Policlinici, attraverso un accordo con il Governo nazionale, in un’ottica di piena utilizzazione delle eccellenze sanitarie della regione e di ottimizzazione del sistema universitario;
● La promozione di strette forme di collaborazione fra le Università, i Centri di ricerca e il sistema delle imprese campane allo scopo di collegare ricerca di base e ricerca applicata, di favorire l’innovazione e lo sviluppo produttivo, di sostenere le strategie di placement e di incrementare l’occupazione qualificata nelle aziende campane;
● L’integrazione tra Università e Centri specialistici per progetti di ricerca a sostegno delle produzioni campane di eccellenza;
● La predisposizione di un Progetto “Campania ecosistema dell’innovazione digitale”, che permetta di completare la banda larga e di estendere quella ultra-larga all’intero territorio regionale;
● Realizzazione di programmi di residenze universitarie per docenti, ricercatori e studenti fuori sede, inserite nel contesto territoriale, con agevolazioni all’accesso degli studenti appartenenti a nuclei familiari a basso reddito;
● Articolazione dell’attuale tassa universitaria regionale in distinte fasce di reddito, con esenzione totale fino a 35.000 euro e versamento pari al 50% per redditi fra 35.000 euro e 50.000 euro.

Governo
Vincenzo De Luca
Presidente Regione Campania
Vincenzo De Luca nasce l’8 maggio 1949 a Ruvo del Monte (PT). Ricopre per due mandati la carica di sindaco di Salerno, dal 1993 al 2001. Il 31 maggio 2015 De Luca vince le elezioni regionali con il 41,15% dei consensi. Proclamato ufficialmente presidente della Regione Campania il 18 giugno, dopo otto giorni viene sospeso dalla carica in virtù della Legge Severino. Sospensione che dura solo pochi giorni: il 2 luglio, infatti, il Tribunale di Napoli accoglie il ricorso impugnato d’urgenza, dando così a De Luca la possibilità di firmare gli atti e nominare la Giunta.
Nina Celli, 11/10/2016

L’intervento del presidente Vincenzo De Luca è stato inviato dal portavoce Paolo Russo

Riferimenti e strutture competenti:
Presidente De Luca – Assessore Fortini – Assessore Fascione
UDCP: Ufficio di Interfaccia con il Dipartimento dell’Istruzione, della Ricerca, del Lavoro, delle Politiche Culturali e delle Politiche Sociali – dott. Salvatore Russo;
Dipartimento dell’Istruzione, della Ricerca, del Lavoro, delle Politiche Culturali e delle Politiche Sociali – prof. Antonio Oddati;
Direzione Generale per l’Università, la Ricerca e l’Innovazione – avv. Silvio Uccello;
Direzione Generale per l’Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche Giovanili – dott.ssa Maria Antonietta D’Urso.

Promessa: Il miglioramento delle condizioni e della qualità dell’istruzione a tutti i suoi livelli come leva per la formazione di un nuovo capitale sociale e la promozione dei talenti della Campania
Commento:
• DGR n. 204 del 10/05/2016 con cui si approva il Programma “Scuola viva”, finalizzato all’attivazione di interventi miranti a rafforzare la relazione tra scuola, territorio, imprese e cittadini e a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica, trasformando le scuole in luoghi di incontro, democrazia e accrescimento culturale e favorendo l’integrazione e il travaso nella didattica tradizionale di esperienze positive acquisite, delle attività extracurricolari e delle metodologie innovative;
Nell’ambito di tale programmazione è previsto un primo intervento volto a sostenere l’obbligo scolastico attraverso l’integrazione tra scuola e lavoro; a migliorare il livello qualitativo dell’offerta scolastico-formativa e la tenuta dei percorsi di istruzione-formazione anche attraverso la formazione del personale docente e non docente; a sostenere interventi di inclusione sociale studenti caratterizzati da particolari fragilità, tra cui anche persone con disabilità; a favorire l’innovazione didattica e organizzativa; a rafforzare la relazione tra scuola, territorio, imprese e cittadini. L’intervento è finanziato con risorse pari a euro 25.000.000,00 nell’ambito della programmazione del FSE [Fondo Sociale Europeo, NdR] 2014/2020 relativa all’obiettivo 12 “Riduzione del fallimento formativo precoce e della dispersione scolastica e formativa”, a cui risultano destinate risorse per €104.812.000,00 e all’obiettivo 16 “Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi”, a cui sono destinati € 2.528.000,00.

Promessa: La messa in sicurezza, l’ammodernamento e la connessione in rete degli edifici scolastici come priorità per garantire serenità ad allievi e famiglie, oltre che per realizzare strutture adeguate alle più recenti evoluzioni della didattica
Commento:
• DGR n. 417 del 16.09.2015 con cui si approvano i criteri per la costruzione di scuole innovative dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica, caratterizzate dalla presenza di nuovi ambienti di apprendimento e dall’apertura al territorio;
• DD n. 549 del 23.09.2015 che Approva l’Avviso per l’acquisizione delle manifestazioni di interesse alla costruzione di “Scuole Innovative” da parte delle Amministrazioni Provinciali, della Citta Metropolitana di Napoli, dei Comuni.

Promesse: Ripristino dei fondi per il diritto allo studio, irresponsabilmente tagliati in questi anni; Articolazione dell’attuale tassa universitaria regionale in distinte fasce di reddito, con esenzione totale fino a 35.000 euro e versamento pari al 50% per redditi fra 35.000 euro e 50.000 euro
Commento:
• Si sta valutando la possibilità di rivedere le soglie ISEE e ISPE definite dal D.M. n.174/2016, al fine di poter ampliare la platea degli aventi diritto alle Borse di Studio Universitarie, utilizzando anche risorse europee del FSE oltre a quelle regionali. A tale scopo è stata fatta richiesta alle Adisu di elaborare una proiezione del fabbisogno finanziario. Probabilmente la revisione delle soglie potrà essere fatta l’anno prossimo in quanto le Adisu hanno emanato i bandi in base alla DGR 443 del 02/08/2016 – Programmazione annuale degli interventi per il diritto allo studio universitario anno accademico 2016/2017. Cambiando oggi le soglie dovrebbero riaprirsi i bandi con certezza di perdita della premialità ministeriale legata alla liquidazione degli acconti ai vincitori entro fine anno 2016.

Promessa: Adozione di misure per assicurare livelli adeguati di welfare scolastico (borse di studio, mense, impianti e attrezzature, libri di testo, strumenti informatici e telematici)
Commento:
• DGR n. 401 del 2.09.2015, con cui sono programmate risorse pari a €2.000.000/00 per la realizzazione di azioni regionali atte a migliorare la qualità della vita delle famiglie con carichi di cura a favore di minori, anziani non autosufficienti e persone con disabilità;
• DD n. 200 del 7.09.2015 con cui viene finanziato il progetto pilota presentato dal Comune di Salerno, in qualità di capofila dell’Ambito Territoriale S5, nell’ambito degli interventi individuati dalla DGR 401/2015, finalizzato all’erogazione di un servizio integrativo di accoglienza pre e post orario scolastico.

Promessa: Provvedimenti specifici per il trasporto pubblico gratuito o agevolato agli studenti medi e universitari in riferimento agli scaglioni dei nuclei familiari a minore reddito
Commento: • DGR 451 del 2.08.2016 che stanzia 13 Meuro per ciascuno degli anni 2016-17-18 per il trasporto pubblico gratuito a studenti residenti in Campania a basso reddito, a partire dal 1° ottobre 2016.

Promessa: Programmi attivi, d’intesa con gli enti locali, per il contrasto alla dispersione scolastica, con particolare attenzione alle aree urbane degradate e ad alto tasso criminale
Commento:
• DGR n. 204/2016, attuazione Programma “Scuola Viva” (vedi punto primo di questa sezione).

Promessa: Sostegno all’informatizzazione e all’innovazione tecnologica a supporto delle nuove metodologie didattiche sviluppate grazie alla progressiva integrazione delle ICT e di Internet nella pratica educativa
Commento:
• DGR n.400 del 20.07.2016 programma € 6.840.000,00 per il finanziamento, attraverso il trasferimento di risorse agli Atenei campani, di borse di studio finalizzate alla creazione di competenze necessarie a diventare sviluppatori di applicazioni innovative, di ideare e progettare app nonché di creare e gestire start up digitali.

Promessa: Valorizzazione del sistema universitario campano, attraverso programmi volti al sostegno ed all’integrazione delle capacità didattiche e di ricerca dei singoli Atenei, in una logica di internazionalizzazione e di più intensa partecipazione ai progetti europei
Commento:
• DGR n. 183 del 03.05.2016, finanzia Borse di ricerca, a ricercatori non occupati, finalizzate allo sviluppo di progetti di innovazione che coinvolgano sia organismi di ricerca, sia realtà aziendali operanti in settori di alta specializzazione;
• DGR 465 del 2.08.2016 approva e finanzia con €2.500.000,00 il Progetto “JAVA per la CAMPANIA – Innovazione e formazione digitale”, che attiva percorsi formativi per giovani tra i 18 e i 35 anni, finalizzato a diminuire il divario tecnologico;
• La Regione Campania sostiene il programma per l’attivazione a Napoli del centro di formazione per sviluppatori di applicazioni per terminali mobili (App) nel Complesso Universitario di San Giovanni a Teduccio (Area ex Cirio);
• Approvato e in fase di sottoscrizione Accordo di collaborazione tra la Regione Campania, il CUR [Comitato Universitario Regonale, NdR] e le 7 Università campane a supporto delle funzioni normative e amministrative Regionali;
• DD n.32 del 22.02.2016 relativo all’Avviso pubblico per la partecipazione di aziende e operatori dell’offerta formativa di alta formazione e ricerca, funzionale a favorire il raccordo tra competenze acquisite in ambito formativo, universitario e di ricerca e competenze e abilità acquisite nel corso dell’attività lavorativa.

Promesse: La promozione di strette forme di collaborazione fra le Università, i Centri di ricerca e il sistema delle imprese campane allo scopo di collegare ricerca di base e ricerca applicata, di favorire l’innovazione e lo sviluppo produttivo, di sostenere le strategie di placement e di incrementare l’occupazione qualificata nelle aziende campane; L’integrazione tra Università e Centri specialistici per progetti di ricerca a sostegno delle produzioni campane di eccellenza; Mettere in rete Atenei, centri di ricerca e di competenza per implementare e diffondere l’innovazione, la competitività e lo sviluppo dell’apparato produttivo campano
Commento:
• DGR 467 del 2.08.2016, approva il documento strategico Regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente (RIS 3 – Research and Innovation Strategies for Smart Specialization), finalizzato al sostegno dello sviluppo sostenibile ed inclusivo del contesto regionale campano, fondato sull’integrazione del sistema dell’innovazione con quello produttivo economico e socio-istituzionale;
• DD 80 del 31 maggio 2016 primo Avviso pubblico per l’assegnazione di “Borse di ricerca volte al sostegno di ricercatori per la promozione di processi di Open Innovation negli ambiti tecnologici prioritari della RIS 3” (DGR 467 del 2/8/2016); il procedimento si è concluso con l’individuazione degli assegnatari (DD 138 del 6 settembre 2016).

Promessa: La predisposizione di un Progetto “Campania ecosistema dell’innovazione digitale”, che permetta di completare la banda larga e di estendere quella ultra-larga all’intero territorio regionale
Commento:
• DGR n. 325 del 28.06.2016 con cui si approva l’Accordo di Programma tra Regione Campania e il Ministero dello Sviluppo Economico, per la definizione delle modalità di collaborazione per gli interventi di realizzazione delle infrastrutture in banda ultra larga; l’importo previsto per lo sviluppo della Banda Ultra Larga, in coerenza con l’Accordo, prevede un investimento pari, complessivamente a circa 180 Milioni di Euro.

Promessa: Realizzazione di programmi di residenze universitarie per docenti, ricercatori e studenti fuori sede, inserite nel contesto territoriale, con agevolazioni all’accesso degli studenti appartenenti a nuclei familiari a basso reddito
Commento:
• Sottoscritto, ad agosto 2016, un Accordo tra la Fondazione Banco Napoli per l’Assistenza all’Infanzia e la DG 10/54 per la concessione dei servizi atti a garantire l’apertura della residenza ex Educandato di Pozzuoli, per l’anno accademico 2016-2017;
• Gli impianti sportivi e le residenze studentesche interessate dai lavori di recupero previsti per le Universiadi 2019 saranno resi disponibili, successivamente, agli studenti.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

Il capogruppo della Lista Caldoro Presidente e il Gruppo Partito Democratico Campania, pur avendo rilasciato le interviste, non sono intervenuti in questo specifico ambito.

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: Campania Libera – PSI – Davvero verdi (presidente Francesco Emilio Borrelli); De Luca presidente in rete (presidente Carmine De Pascale); Fratelli d’Italia (presidente Alberico Gambino).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: Forza Italia (presidente Armando Cesàro); UDC (presidente Maria Ricchiuti); Gruppo Misto (sono stati contattati il presidente Francesco Moxedano e il consigliere Pasquale Sommese).

Ha declinato l’invito a intervenire il gruppo Centro Democratico – Scelta Civica (presidente Giovanni Zannini).