Torna a "Promesse elettorali di Giovanni Toti"
Giovanni Toti
Presidente Regione Liguria

Sicurezza

  • Un solo numero per tutte le emergenze: Polizia, Carabinieri, Ambulanza, Vigili del Fuoco. Quando il cittadino è in emergenza, deve poter comporre un solo numero ed essere raggiunto dalla pattuglia più vicina (indipendentemente che si tratti della Polizia o dei Carabinieri). Il cittadino deve essere al centro;
  • Interventi presso il Governo centrale per chiedere più soldati a presidio delle nostre strade e della sicurezza delle nostre città.
Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 23/12/2016

Il presidente Giovanni Toti non ha rilasciato commenti per il presente ambito. La redazione Promise Checking resta in attesa di suoi futuri aggiornamenti.

Maggioranza
Alessandro Piana
Presidente Gruppo Lega Nord Liguria - Salvini
Alessandro Piana nasce a Imperia il 9 maggio 1972. È un imprenditore agricolo e agrotecnico. Dal 2005 al 2009 ricopre, per la Lega Nord, le cariche di consigliere comunale di Pontedassio e della Comunità Montana dell’Olivo. Viene rieletto nel Comune di Pontedassio nel 2009, come assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica. Dal 2010 al 2015 è Presidente del Consiglio provinciale di Imperia e da 2014 vicesindaco di Pontedassio. Nel maggio dell’anno seguente diviene consigliere regionale della Lega Nord nella circoscrizione di Imperia.
Alessandro De Sanctis, 20/12/2016

Sul modello Lombardo stiamo implementando anche in Liguria il numero unico (per cui è prevista l’entrata in funzione a pieno regime dai primi mesi del 2017) per far sì che i cittadini in situazioni di emergenza possano trovare risposta in pochissimo tempo. In tal senso, mi sono recato  in un centro in Lombardia e ho potuto constatare l’efficienza di questo tipo di servizio, attraverso il quale, in pochi secondi, viene individuata l’area dalla quale si riceve la chiamata e vengono allertate le specifiche forze di sicurezza per quell’emergenza.
Per quanto riguarda i presidi delle forze dell’ordine, la situazione odierna impone la massima attenzione a livello di controlli. Per fortuna sul nostro territorio non sono avvenuti atti terroristici, ma bisogna sempre mantenere alta l’allerta, soprattutto dopo quello che è successo in Germania e in Francia. Abbiamo una serie di obiettivi sensibili anche nella nostra regione e dobbiamo, quindi, aumentare la vigilanza presidiando alcune realtà difficili, come ad esempio quelle del Centro storico genovese e di Sampierdarena, ossia aree ad alto numero di immigrati, anche con l’aiuto di pattuglie dell’Esercito sul modello dell’operazione “Strade sicure”.

 

 

Opposizione
Marco De Ferrari
Consigliere Movimento 5 Stelle Liguria
Marco De Ferrari nasce a Genova il 9 agosto del 1974. Nel 2000 si laurea in Scienze Naturali e collabora fino al 2004 con il Dipartimento di Botanica dell’Università degli Studi di Genova ed il Museo Doria di Storia Naturale. Successivamente si dedica all’insegnamento nelle scuole pubbliche, abilitandosi per la cattedra in Scienze Matematiche. Si avvicina al Movimento 5 Stelle nel 2012, svolgendo anche il ruolo di Attivista 5 Stelle. Nel maggio 2015 viene eletto Cittadino Portavoce 5 Stelle al Consiglio regionale della Liguria.
Nina Celli, 20/12/2016

Una convenzione con la protezione civile per i vigili del fuoco, tagliando risorse ai parchi. Nessuna convenzione sulla prevenzione sugli incendi boschivi. Il personale dei Vigili del Fuoco si trova in affanno a ogni emergenza. Il soccorso tecnico urgente sta diventando il soccorso tecnico del giorno dopo (se va bene).
Il numero unico potrebbe congestionare a livello centrale le numerose richieste che possono confluire da parte della cittadinanza in caso di eventi di calamità contemporanei.
Letteralmente annientata la Polizia Provinciale con una convenzione annuale che la riduce al lumicino. Manca la cultura della prevenzione e del presidio sul terrritorio, lasciato in balia degli ecoreati (“vantiamo” il maggior numero di ecoreati in Italia) e del bracconaggio.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non intervenuti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: PD (presidente Raffaella Paita); Forza Italia (presidente Angelo Vaccarezza); Giovanni Toti Liguria (presidente Laura Lauro).

Non ha ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire il gruppo consiliare Rete a Sinistra (presidente Giovanni Battista Pastorino).

Hanno declinato l’invito a intervenire il Gruppo Misto Liguria Popolare (presidente Andrea Costa) e Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale (presidente Matteo Rosso).