Torna a "Promesse Elettorali di Roberto Maroni"
Roberto Maroni
Presidente Regione Lombardia

Sicurezza e lotta alla criminalità organizzata

  • […] Regione Lombardia potrà sottoscrivere convenzioni e protocolli con l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, con la possibilità di acquisire e/o riadattare gli edifici a uffici, comandi o alloggi per operatori di sicurezza.
  • […] Si intende proporre al governo centrale, la modifica delle regole del patto di stabilità, introducendo la possibilità per gli enti virtuosi, di assumere personale qualificato nel settore della Polizia Locale, così da rendere gli organici delle amministrazioni in grado di poter operare con maggiore efficacia il controllo del territorio di pertinenza.
Governo
Roberto Maroni
Presidente Regione Lombardia
Roberto Maroni è un politico italiano, leader della Lega Nord, di cui è stato co-fondatore, insieme a Umberto Bossi, nel 1989. Eletto la prima volta alla Camera nel 1992, Maroni è stato il “delfino” di Bossi, succedendogli come leader della Lega e rivestendo importanti incarichi di governo.
Nina Celli, 15/02/2017

Promessa: Regione Lombardia potrà sottoscrivere convenzioni e protocolli con l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, con la possibilità di acquisire e/o riadattare gli edifici a uffici, comandi o alloggi per operatori di sicurezza.
Commento: Abbiamo approvato la Legge regionale n.17 del 2015 “Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto della criminalità organizzata e per la promozione della cultura della legalità” che prevede, all’articolo 23, il conferimento di risorse per incentivare il recupero a fine sociale e sostenere il riutilizzo da parte degli Enti locali di beni confiscati alla criminalità organizzata. Inoltre, per fare un esempio concreto, abbiamo sostenuto la riqualificazione della Pizzeria Wall Street di Lecco, ex proprietà della famiglia Coco Trovato, affidata all’Associazione Libera per l’uso a finalità sociali.  La Regione si è impegnata finanziariamente per la sua ristrutturazione investendo 400mila euro.

 

 

Opposizione
Enrico Brambilla
Presidente Gruppo Partito Democratico Lombardia
Enrico Brambilla nasce il 25 dicembre 1954 a Vimercate e si laurea in lettere moderne all'Università Statale di Milano. Si diploma anche in ragioneria, iscrivendosi poi all'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Monza e della Brianza ed al Registro dei Revisori legali. Dal 1997 al 2006 è sindaco di Vimercate alla guida di una giunta composta da DS, Margherita e Lista Civica per Vimercate. Dal 2008 al 2010 ricopre la carica a di primo segretario provinciale del Partito Democratico. Viene poi nominato per due volte consecutive Consigliere Regionale per il PD nella circoscrizione elettorale di Monza e della Brianza. Fa parte della Direzione Regionale Lombarda del Partito Democratico.
Nina Celli, 02/08/2016

Promessa: Regione Lombardia potrà sottoscrivere convenzioni e protocolli con l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, con la possibilità di acquisire e/o riadattare gli edifici a uffici, comandi o alloggi per operatori di sicurezza.
Commento: Su questo si sta cominciando ora a fare qualcosa. Tra l’altro, il presidente della commissione antimafia regionale Gianni Girelli, del gruppo del Pd, sta lavorando in questa direzione. Non ci sono state ancora traduzioni concrete e pratiche però è un terreno sul quale si è fatto e si sta facendo del lavoro e spero che a breve si possano vedere i primi risultati.

Promessa: Si intende proporre al governo centrale, la modifica delle regole del patto di stabilità, introducendo la possibilità per gli enti virtuosi, di assumere personale qualificato nel settore della Polizia Locale, così da rendere gli organici delle amministrazioni in grado di poter operare con maggiore efficacia il controllo del territorio di pertinenza.
Commento: Anche su questo terreno non mi pare che si sia realizzato granché. C’è qualche piccola esperienza locale, ma siamo ancora ben al di sotto delle attese e di quanto si dovrebbe fare nella nostra Regione.

 

 

Opposizione
Gianmarco Corbetta
Consigliere Gruppo M5s Lombardia
Gianmarco Corbetta nasce nel 1972 a Bovisio Masciago, in provincia di Monza e Brianza, dove tutt'ora vive. Laureato in Scienze Politiche ha lavorato fino al 2013 presso una società di consulenza di Milano nel settore delle risorse umane. Nel 2007 diventa membro del Meetup Amici di Beppe Grillo e dal 2008 è attivista. Si iscrive al Movimento 5 Stelle fin dalla sua nascita, il 4 ottobre 2009.
Nina Celli, 27/09/2016

Promessa: Regione Lombardia potrà sottoscrivere convenzioni e protocolli con l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, con la possibilità di acquisire e/o riadattare gli edifici a uffici, comandi o alloggi per operatori di sicurezza.
Commento: La Lombardia è stata la prima regione a fare una legge per il contrasto alle mafie. La legge è organica e ha assunto sostanzialmente tutte le proposte del Movimento 5 Stelle Lombardia. Penso, per esempio, all’istituzione del Comitato tecnico-scientifico, con un rappresentante delle istituzioni scolastiche e uno in rappresentanza del mondo delle associazioni che svolgono attività di educazione alla legalità, che avrà l’onere di diffondere la cultura della legalità e l’introduzione del codice di autoregolamentazione per i gruppi consiliari. La gestione dei beni sequestrati è in mano all’Agenzia nazionale beni sequestrati e confiscati. Anche qui, Maroni è impotente.

Promessa: Si intende proporre al governo centrale, la modifica delle regole del patto di stabilità, introducendo la possibilità per gli enti virtuosi, di assumere personale qualificato nel settore della Polizia Locale, così da rendere gli organici delle amministrazioni in grado di poter operare con maggiore efficacia il controllo del territorio di pertinenza.
Commento: Maroni ha investito, anche considerati i casi di aggressioni gravi, in guardie giurate sui treni. Manca del tutto un investimento sul territorio, anche con misure soft come il controllo di vicinato.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, ha accolto l’invito ma non ha ancora inviato il contributo il gruppo Lega Lombarda – Lega Nord – Padania (presidente Massimiliano Romeo).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: Con Ambrosoli presidente – Patto Civico (presidente Roberto Bruni); Forza Italia (presidente Claudio Pedrazzini); Gruppo Misto (presidente Maria Teresa Baldini); Lombardia Popolare (presidente Angelo Capelli); Maroni presidente (presidente Stefano Bruno Galli).

Hanno declinato l’invito a intervenire i gruppi Fratelli d’Italia (presidente Riccardo De Corato) e Partito dei Pensionati (presidente Elisabetta Fatuzzo).