Torna a "Promesse elettorali di Sergio Chiamparino"
Sergio Chiamparino
Presidente Regione Piemonte

Turismo. Un territorio da scoprire, riscoprire, valorizzare

  • Il turismo deve diventare un asse sempre più strategico per il futuro e l’Expo 2015 è un’occasione da non perdere. Vogliamo riordinare e rendere più efficiente il sistema locale e contribuire a rilanciare quello nazionale coinvolgendo i privati, enti e tutti gli operatori”.
Governo
Sergio Chiamparino
Presidente Regione Piemonte
Sergio Chiamparino nasce a Moncalieri il I settembre 1948 da una famiglia operaia. Si laurea in Scienze Politiche all'università di Torino, dove, fino al 1975, svolge attività di ricerca. Nello stesso anno ha inizio il suo impegno politico nel Comune di Moncalieri nelle fila del PCI. Nel 2001 si presenta alle elezioni comunali di Torino, vincendo al ballottaggio con il 52,8% dei voti. Riconfermato, poi, nel 2006, quando vince al primo turno contro Rocco Buttiglione. Tra il 2012 e il 2014 è presidente della Fondazione bancaria Compagnia di San Paolo, incarico dal quale si dimette per candidarsi alla presidenza della Regione Piemonte. Sergio Chiamparino il 26 maggio 2014 vince le elezioni con quasi il 47% dei voti.
Nina Celli, 10/01/2017

L’intervento del presidente Sergio Chiamparino è stato inviato dalla portavoce Alessandra Gaia Perera

Un passaggio fondamentale è stato costituito dall’approvazione della legge n.14/2016 sulla riorganizzazione delle attività di promozione turistica: una vera e propria rivoluzione nella governance, passata attraverso l’accorpamento sotto un unico ente di alcuni istituti e che proseguirà nel 2017 con la messa a punto di una nuova struttura, la DMO Turismo Piemonte, che permetterà una collaborazione tra pubblico e privato e una programmazione migliore e integrata. Il 2016 è stato un anno di importanti riconoscimenti e successi: la capacità attrattiva del Piemonte è stata infatti protagonista di importanti eventi e di diverse fiere internazionali, come quelle di Londra, Berlino e Mosca, mentre, sul piano nazionale, è stata lanciata la prima campagna promozionale “Neve&cultura”, con l’obiettivo di sviluppare questo binomio strategico per la stagione invernale. A sostegno dello sviluppo turistico del territorio, in base alla legge n.4/2000 è stato predisposto un finanziamento di 1 milione di euro a 32 progetti per la realizzazione di studi di fattibilità. Sul piano progettuale, particolare attenzione è stata posta alla ciclabilità: tra le principali iniziative in fase di studio VenTo, la ciclostrada che da Torino porta a Venezia seguendo il tracciato del Po per la quale nel corso di quest’anno sono stati firmati un protocollo d’intesa con i Ministeri e le Regioni interessate ed un accordo di collaborazione con il Politecnico di Milano per la supervisione scientifica. Tra i progetti portati avanti merita inoltre particolare attenzione quello sulle ferrovie turistiche, che coinvolge le tratte Novara-Varallo e Ceva-Ormea. Per la seconda è in fase di chiusura un accordo con i Comuni dell’alta Valle Tanaro e RFI che consentirà di riadattare del tutto la linea ad uso turistico, dopo i primi convogli storici programmati quest’anno.

Opposizione
Gruppo Movimento 5 Stelle Piemonte
Gruppo consiliare
Il Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Piemonte è presieduto da Paolo Domenico Mighetti. Francesca Frediani è il vicepresidente. Gli altri consiglieri sono: Gianpaolo Andrissi, Stefania Batzella, Giorgio Bertola, Davide Bono, Mauro Willem Campo e Federico Valletti.
Nina Celli, 05/08/2016

Le ricadute turistiche di Expo 2015 sul sistema piemontese non ci sono state, come peraltro è emerso chiaramente da una nostra interrogazione rivolta all’assessore alla Cultura.  Inoltre è stato sperperato oltre 1 milione di euro per la presenza del Piemonte ad Expo, una spesa inutile e 3-4 volte superiore a vari capitoli ed attività di promozione del Turismo in Piemonte.

Maggioranza
Marco Grimaldi
Presidente Gruppo Sel-Si Piemonte
Marco Grimaldi nasce a Torino l'8 novembre 1980. L'impegno politico inizia sin dai tempi del liceo e nel 2001 viene eletto senatore degli studenti all'Università degli Studi di Torino. Dal 2001 al 2004 è segretario provinciale della Sinistra giovanile. Nel 2006 diventa consigliere comunale di Torino nella lista Democratici di Sinistra-Ulivo, impegnandosi nei settori legati alla cultura giovanile, alla lotta alle nuove dipendenze e all’ambiente. Nel 2011 viene nuovamente eletto in Consiglio comunale per Sinistra Ecologia Libertà. Nel 2014 è eletto in Consiglio regionale nella lista maggioritaria.
Nina Celli, 14/10/2016

Sul turismo gli investimenti del passato sono ancora visibili oggi, ne vediamo infatti i benefici e i risultati, senza i livelli di spesa di un decennio fa. Sempre più emerge la qualità del nostro turismo, che non è fatto tanto di grandi eventi, di manifestazioni, come in parte la “sbronza post-olimpica” ha lasciato percepire, ma di un patrimonio culturale che è stato riqualificato con i cantieri pubblici più grandi d’Europa. Quello di Venaria Reale, ad esempio, è stato forse il cantiere culturale più costoso finanziato dai Fondi strutturali europei. Penso anche a ciò che è stato fatto a Torino, a Palazzo Madama, al nuovo Polo Reale inaugurato non più di un anno fa. Penso al nuovo Museo Egizio, che sta ottenendo numeri da record e infine alla stessa Mole Antonelliana, dove si vedono code chilometriche. Se analizziamo i dati strutturali del turismo, la gran parte dei turisti viene ovviamente per la bellezza delle nostre città, ma anche per la qualità dei nostri musei. Perciò dobbiamo stare attenti a non spendere male le poche risorse che ci sono nel mondo della cultura. D’altra parte, una delle cose su cui è corretto insistere è provare a intercettare sempre più un turismo diversificato, non solo quello “da weekend” che assedia la città. L’idea è di dare risalto al fatto che a fianco della nostra rete museale e dell’enorme patrimonio del nostro capoluogo Torino, a poco più di un’ora ci sono le Alpi, ci sono i laghi, ci sono le Langhe. Il turismo, dunque, può far vivere delle esperienze variegate: paesaggi, nature diverse, sport estremi e sport nordici, laghi, tradizione vinicola.

 

Opposizione
Gruppo Forza Italia Piemonte
Gruppo Forza Italia Piemonte
Il Gruppo Forza Italia della Regione Piemonte è presieduto da Gilberto Pichetto Fratin e Francesco Graglia è il suo vice. Gli altri consiglieri sono: Massimo Berutti, Claudia Porchietto, Daniela Ruffino, Diego Sozzani, Gian Luca Vignale.
Nina Celli, 17/10/2016

L’intervento del Gruppo Forza Italia Piemonte è stato inviato dal portavoce Davide Balena

Promessa: il turismo deve diventare un asse sempre più strategico per il futuro e l’Expo 2015 è un’occasione da non perdere. Vogliamo riordinare e rendere più efficiente il sistema locale e contribuire a rilanciare quello nazionale coinvolgendo i privati, enti e tutti gli operatori
Commento: diciamo che ad oggi l’Assessore più “debole” della Giunta Chiamparino è l’Assessore al turismo

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non intervenuti in piattaforma, ha accolto l’invito ma non ha ancora inviato il contributo il gruppo Lega Nord Piemonte (presidente Gianna Gancia).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: PD (presidente Davide Gariglio); Moderati (presidente Maria Carla Chiapello); Scelta di rete civica per Chiamparino (presidente Alfredo Monaco).

Ha declinato l’invito a intervenire il gruppo Chiamparino per il Piemonte (presidente Mario Giaccone).