Torna a "Promesse elettorali di Giovanni Toti"
Giovanni Toti
Presidente Regione Liguria

Una vera politica sui Rifiuti

  • Revisione del Piano regionale dei rifiuti;
  • Riordino normativo della disciplina di settore;
  • Individuazione e realizzazione di Impianto per il trattamento dei Rifiuti per chiudere il ciclo; utilizzare impianti per biomassa e compostaggio validi in ogni parte del mondo, così come mezzi di separazione e trattamento meccanico e biologico del rifiuto. Prendere ad esempio le regioni virtuose per fare spendere meno ai cittadini e chiudere definitivamente le discariche a cielo aperto: il ciclo dei rifiuti deve essere chiuso in Liguria;
  • Diffondere la cultura e pianificare azioni mirate alla riduzione, riuso, riciclo e recupero dei rifiuti riconoscendo ai cittadini ed alle imprese virtuose un premio sulle tariffe.
Governo
Giovanni Toti
Presidente Regione Liguria
Giovanni Toti nasce a Viareggio il 7 settembre 1968. Si laurea all’Università Statale di Milano in Scienze politiche e subito dopo intraprende la carriera giornalistica. Nel 2006 diventa giornalista professionista ed entra a far parte di Videonews. Nel 2010 viene nominato direttore di Studio Aperto e nel 2012 del Tg4. Nel 2014 diventa eurodputato per Forza Italia e nel 2015 vince le elezioni regionali in Liguria a capo della coalizione di centro - destra.
Nina Celli, 23/12/2016

L’intervento del presidente Giovanni Toti è stato inviato dal portavoce Alessandro Turano

  • Nel settembre del 2015 la Regione Liguria ha stretto un accordo con la Regione Piemonte per il conferimento di una quota di rifiuti solidi urbani in alcune discariche piemontesi.
  • Il 1 dicembre 2015 è stata approvata la legge sulle misure per lo sviluppo della raccolta differenziata e del riciclaggio dei rifiuti. Nel giugno 2016 l’Osservatorio regionale sulla raccolta dei rifiuti certifica che in Liguria la raccolta differenziata è cresciuta dal 35,9% del 2014 al 38,6%. Salgono da 16 a 32 i comuni che superano la quota del 65% di differenziato.
Opposizione
Marco De Ferrari
Consigliere Movimento 5 Stelle Liguria
Marco De Ferrari nasce a Genova il 9 agosto del 1974. Nel 2000 si laurea in Scienze Naturali e collabora fino al 2004 con il Dipartimento di Botanica dell’Università degli Studi di Genova ed il Museo Doria di Storia Naturale. Successivamente si dedica all’insegnamento nelle scuole pubbliche, abilitandosi per la cattedra in Scienze Matematiche. Si avvicina al Movimento 5 Stelle nel 2012, svolgendo anche il ruolo di Attivista 5 Stelle. Nel maggio 2015 viene eletto Cittadino Portavoce 5 Stelle al Consiglio regionale della Liguria.
Nina Celli, 20/12/2016

Siamo molto indietro nelle politiche di gestione rifiuti. Esportiamo rifiuti verso quattro regioni (Toscana, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte). I rifiuti sono diventati ormai il nostro prodotto tipico locale da esportazione, che non ha pari in Italia. I cui costi di tutto questo, ricadono inevitabilmente nella bolletta di noi cittadini.
La media del riciclo in regione è ancora troppo bassa e Genova nel 2015 addirittura è scesa di quasi un punto percentuale rispetto all’anno precedente.
Abbiamo ancora il costo procapite regionale di gestione rifiuti più alto d’Italia. Pessimo indicatore della gestione rifiuti.

Maggioranza
Alessandro Piana
Presidente Gruppo Lega Nord Liguria - Salvini
Alessandro Piana nasce a Imperia il 9 maggio 1972. È un imprenditore agricolo e agrotecnico. Dal 2005 al 2009 ricopre, per la Lega Nord, le cariche di consigliere comunale di Pontedassio e della Comunità Montana dell’Olivo. Viene rieletto nel Comune di Pontedassio nel 2009, come assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica. Dal 2010 al 2015 è Presidente del Consiglio provinciale di Imperia e da 2014 vicesindaco di Pontedassio. Nel maggio dell’anno seguente diviene consigliere regionale della Lega Nord nella circoscrizione di Imperia.
Alessandro De Sanctis, 20/12/2016

La realizzazione di impianti per chiudere il ciclo dei rifiuti si riferisce principalmente ai biodigestori, nel senso che una volta fatta una differenziata a monte, al momento della raccolta rimane la parte organica che deve essere lavorata per evitare di creare nuove discariche, in quanto il nostro territorio è già sofferente. Le discariche, inoltre, vanno a colpire determinate zone e comuni, che vengono così discriminati, subendo gravi e duraturi danni. Pertanto, ci stiamo impegnando per evitare la realizzazione di nuove discariche mediante la lavorazione della parte organica dei rifiuti.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non intervenuti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: PD (presidente Raffaella Paita); Forza Italia (presidente Angelo Vaccarezza); Giovanni Toti Liguria (presidente Laura Lauro).

Non ha ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire il gruppo consiliare Rete a Sinistra (presidente Giovanni Battista Pastorino).

Hanno declinato l’invito a intervenire il Gruppo Misto Liguria Popolare (presidente Andrea Costa) e Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale (presidente Matteo Rosso).