Torna a "Promesse elettorali di Michele Emiliano"
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia

Welfare, lavoro, formazione e politiche giovanili

  • Formazione, accompagnamento e tutoraggio agli Enti locali, in particolare agli uffici di Piano, che sono i referenti per la progettazione locale;
  • Maggiore investimento sui temi della prevenzione primaria, dei servizi territoriali […] e della rete degli asili nido;
  • Riforma dei piani socio/assistenziali di zona: assegnare beni comuni in disuso o sottoutilizzati ad associazioni e operatori settore/benessere per promuovere la qualità dei territori;
  • Riprogettazione della formazione professionale: un tavolo di concertazione permanente, per coinvolgere imprese, enti locali, istituti scolastici e di formazione, associazioni di categoria, terzo settore;
  • Copertura totale delle borse di studio per gli studenti meritevoli;
  • Piena attuazione della legge Regionale sugli Open Data, come sistema di crescita e di monitoraggio delle politiche regionali con la creazione di: 1) ufficio delle politiche attive del lavoro; 2) Portale del lavoro con libero accesso ai dati; 3) Sportello Regionale per l’incontro di domanda e offerta di lavoro, riformando i Centri per l’impiego;
  • Realizzazione del biglietto unico integrato dei trasporti per consentire di usufruire di più mezzi con un solo ticket con agevolazioni per categorie di viaggiatori: soggetti “under 30” impegnati in percorsi di studio e/o ricerca presso scuole, università, e lavoratori “pendolari”.
Governo
Michele Emiliano
Presidente Regione Puglia
Nina Celli, 30/01/2017

A novembre 2016 Il presidente della Regione Puglia ha presentato un bilancio del suo primo anno di governo attraverso una serie di slide: “Il primo anno di una lunga vita felice – 1500 fatti, non parole”.
Le slide, presentate nella sala del cinema Ciaky di Bari, sono una ricostruzione dell’operato del governo regionale anche in riferimento al programma elettorale presentato dal presidente Emiliano in occasione delle elezioni Regionali, pertanto, lo staff del presidente Emiliano ha fornito alla nostra redazione tale materiale quale valida testimonianza del grado di realizzazione del programma elettorale.

Nell’ambito Welfare, le slide di sintesi del primo anno di governo regionale di Michele Emiliano sottolineano un aumento dell’infrastrutturazione sociale e sociosanitaria:

  • A novembre 2016, 45 milioni di euro tra FSC 2007-2013 e FESR 2014/2020 per 75 nuove strutture sociali in corso di realizzazione (asili nido e centri ludici, servizi comunitari a ciclo diurno per disabili e anziani, per il pronto intervento sociale e l’accoglienza di adulti in difficoltà, donne sole con figli, persone senza fissa dimora);
  • Maggiore sostegno alle persone fragili con i buoni servizio: circa 14 milioni di euro investiti nell’ultimo anno: 1500 utenti presi in carico in tutti gli ambiti territoriali. E per il prossimo quinquennio: almeno 25 milioni di euro l’anno fino al 2020 e almeno 3500 utenti presi in carico ogni anno.

Per quanto riguarda il Diritto allo studio universitario, il materiale (slide) fornito dallo staff del presidente Emiliano alla redazione Promise Checking, riporta i seguenti risultati:

  • 17 milioni di euro di borse di studio agli studenti iscritti alle Università pugliesi selezionati con il bando 2016/2017;
  • Per l’anno accademico 2015-2016, per la prima volta in Puglia, garantita l’erogazione del contributo a tutti gli studenti classificati “idonei” (10.853);
  • Misura compensativa (3 mln di euro), sempre per l’anno 2015-2016, garantita la borsa anche agli studenti esclusi dal nuovo dell’ISEE.

Per il capitolo Scuola e Università:

  • Istituti Tecnici Superiori – ITS programmi di studio con il 30% delle ore direttamente in azienda. L’80% degli studenti trova lavoro ad un anno dal diploma;
  • Diritti a Scuola sostegno all’offerta formativa delle scuole pugliesi per contrastare la dispersione scolastica. 30 milioni di euro;
  • Rafforzamento delle competenze linguistiche 10 milioni di euro per finanziare esperienze di studio delle lingue all’estero dei nostri ragazzi.

Per l’edilizia scolastica, il governo della Regione Puglia dichiara lo stanziamento di 86 milioni di euro per interventi di manutenzione e messa in sicurezza di 113 scuole.
Nell’ambito della Formazione professionale e Lavoro, la presidenza della Regione Puglia fornisce i seguenti dati:

  • Welfare to work 2016 10 mln di euro per interventi di formazione per accrescere le competenze dei cittadini pugliesi in difficoltà occupazionale;
  • Formazione continua Piani Formativi Aziendali 2016 per l’aggiornamento professionale delle lavoratrici, dei lavoratori e degli imprenditori pugliesi. Dotazione: 20 milioni di euro;
  • Piano di incentivazione 2016-2017 per la stabilizzazione dei LSU presso gli Enti e i Comuni del territorio pugliese e per le imprese aggiudicatarie di gare e appalti comunali di opere e servizi.

Per l’ambito delle Vertenze lavorative:

  • TCT (portuali) di Taranto, 518 lavoratori salvati, 3 mesi di cassa integrazione in deroga sino all’assunzione dalla costituenda “Agenzia Unica del Porto di Taranto”;
  • NATUZZI, 215 lavoratori immediatamente assunti da NEWCO;
  • IPSZ, nuovo piano industriale, con investimento di 72 milioni di euro;
  • TARANTO ISOLA VERDE, 195 lavoratori avviati a formazione per ricollocamento verso Progetto Verde Amico e attività di servizi essenziali.

Nello specifico, per l’ambito delle politiche giovanili, con l’iniziativa PIN, la Regione dichiara

  • Lo stanziamento di 10 milioni di euro per finanziare idee innovative di imprenditori under 35;
  • Oltre 60 eventi sul territorio per far conoscere la misura PIN;
  • 680 i progetti pervenuti;
  • Sono 2000 le domande aperte sulla piattaforma (valutazione in corso);
  • Realizzati oltre 60 eventi di promozione di PIN su tutto il territorio regionale con la presentazione dell’avviso ed esercitazioni pratiche.

Inoltre, sono stati presentati i primi 46 progetti vincitori di PIN; completato primo blocco di valutazioni dei progetti (170 progetti sui complessivi 826). Circa un terzo è stato giudicato ammissibile a finanziamento, attivando più di 1 milione e 300 mila euro.

I primi 46 progetti vincitori:

  • Sono idee che, per il 41,30%, sono centrate sull’innovazione tecnologica, il 30,43% sull’innovazione culturale e il 28,26% sull’innovazione sociale;
  • Scorrendo i 46 progetti finanziati finora, si osserva che sono risultati ammissibili il 36,84% di quelli provenienti da gruppi informali di giovani della provincia di Foggia, il 35,90% di quelli provenienti dalla provincia di Lecce, il 33,33% di quelli dalla provincia di Barletta-Andria-Trani, il 21,74% dalla provincia di Bari, il 21,43% dalla provincia di Taranto e il 17,65% dalla provincia di Brindisi.

Ancora nell’ambito delle politiche giovanili, il governo della Regione Puglia testimonia il suo impegno sui Laboratori Urbani:

  • Laboratori Urbani in rete: 7mln di € impegnati per 46 Comuni beneficiari;
  • Laboratori Urbani – Mettici le Mani: 700k € impegnati per 28 progetti finanziati;
  • Chiusura dei progetti delle precedenti edizioni “Laboratori Urbani Mettici le mani”;
  • Monitoraggio “Laboratori Urbani”.

Altri interventi di politiche giovanili sono:

  • Porta Futuro Bari [servizio finanziato dalla Regione Puglia e sostenuto dal Progetto “Giovani in rete: la PA al servizio di una nuova occupabilità”] impegnati 500k € per servizi e 4,5 mln di € per ristrutturazione funzionale;
  • Chiusura dei progetti Principi Attivi 2012: verifica delle rendicontazione e liquidazioni ultime tranche;
  • Partecipazione al Progetto Open Up (Erasmus Plus KA3) con capofila Regione Toscana.
Opposizione
Antonio Salvatore Trevisi
Consigliere M5S Puglia
Nato il 26 gennaio 1976, si è laureato in Economia presso l’Università del Salento e, presso la Facoltà di Ingegneria dello stesso Ateneo, ha conseguito il dottorato di ricerca in Sistemi Energetici e Ambiente. È stato eletto consigliere regionale del M5S nella circoscrizione di Lecce ed è componente della Commissione V (Ambiente - Assetto ed utilizzazione del territorio).
Nina Celli, 29/12/2016

Con riferimento agli investimenti sulla rete degli asili nido, mi risulta che la Regione si sia attivata stanziando risorse, assegnate per questo scopo dall’APQ “Benessere e Salute” (FSC 2007-2013), nelle more della nuova attivazione dei fondi strutturali 2014-2020 che la Regione ha destinato anche ai buoni servizio. In questa materia è necessario rendere omogenea ed efficiente l’offerta dei servizi sia nei piccoli che nei grandi centri urbani.
Con riferimento a formazione, accompagnamento e tutoraggio agli Enti locali, importanti soprattutto per i piccoli comuni nei quali spesso mancano le adeguate preparazioni, non ci risulta nulla, così come riguardo alla riforma dei piani socio/assistenziali e alla ri-progettazione della formazione professionale non ci risultano azioni particolari del governo Emiliano.
Sulla copertura totale delle borse di studio per gli studenti meritevoli, invece, con un atto del maggio 2016, le risorse dell’Asse X del POR (Programma Operativo Regionale) Puglia 2014/2020 sono state effettivamente impiegate in questo ambito, e su questo dunque diamo parere positivo.
Per ciò che concerne la piena attuazione della legge regionale sugli Open Data, come sistema di crescita e di monitoraggio delle politiche regionali, con la creazione di un ufficio delle politiche attive del lavoro, di un portale del lavoro con libero accesso ai dati e di uno sportello regionale per l’incontro di domanda e offerta di lavoro, riformando i Centri per l’impiego, è del 26 ottobre [2016] la notizia dello stanziamento da parte della Giunta della somma di 12 milioni di euro per adeguare e rafforzare le competenze degli operatori dei Centri per l’impiego pugliesi. Questa iniziativa, dunque, sembra sia stata avviata dall’Assessore [Sebastiano] Leo.
Mentre per la realizzazione del biglietto unico io stesso ho avuto un incontro, intorno alla metà di ottobre, con le ferrovie del Sud-est, ma non risulta sia stata avanzata alcuna proposta dettagliata e concreta in merito da parte della Giunta.
Noi, come Movimento 5 Stelle, stiamo lavorando su una nostra proposta volta ad incentivare la mobilità sostenibile e condivisa.

Maggioranza
Napoleone Cera
Presidente Gruppo Lista Popolari Puglia
Nato il 27 ottobre 1980 a San Giovanni Rotondo, è laureato in Giurisprudenza. È stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Foggia per la lista i Popolari di cui è capogruppo. È Componente della Commissione VII (Affari Istituzionali); segretario della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione) e vice presidente della Commissione d'indagine sulla gestione dei Consorzi di bonifica.
Nina Celli, 12/10/2016

Sul fronte dell’assistenza sociale si è aperta una nuova stagione rispetto al precedente governo. Infatti, pur nel solco dei progetti avviati e dell’assetto di governance del sistema, la Regione Puglia ha inteso, grazie all’azione dell’assessore Negro, avviare una riflessione partecipata sulle politiche sociali regionali. Lo ha fatto rimodulando precedenti azioni e mettendo in campo nuovi strumenti, quale il Reddito di Dignità che guarda alla tutela delle famiglie in difficoltà economiche, offrendo loro non solo assistenza ma anche opportunità di riscatto sociale e di integrazione lavorativa.
Più articolato il discorso sulla riforma dei piani sociali di zona e la promozione della qualità della vita nei territori considerati. Occorrerebbe maggiore coordinamento tra Comuni, aziende sanitarie e associazioni anche in tema di investimenti sulla prevenzione e sulla rete degli asili nido.
Sulle politiche giovanili è sicuramente condivisibile la scelta fatta dalla giunta regionale sul PIN (Progetti INnovativi), mentre si attendono risultati nel settore della formazione professionale e nelle politiche a favore degli studenti meritevoli.

Opposizione
Ignazio Zullo
Presidente Gruppo Conservatori e Riformisti
Nato il 20 agosto 1959 a Cassano Murge (BA), è laureato in Medicina e Chirurgia ed è dirigente medico del distretto socio sanitario di base dell’Azienda Asl/Ba. Nominato presidente del Gruppo consiliare Pdl-FI in sostituzione di Rocco Palese, consigliere regionale dimissionario a seguito dell’elezione in Parlamento alle Politiche del 2013, è attualmente presidente del Gruppo consiliare Conservatori e Riformisti e componente della Commissione I (Bilancio - Finanze - Programmazione).
Nina Celli, 12/12/2016

Il presidente Emiliano ha avviato solo la legge sul ReD (Reddito di Dignità) che noi abbiamo contestato perché si tratta di misure assistenziali che non rispettano la dignità delle persone sull’esigenza del lavoro. Ci sono, inoltre, forti ritardi sull’emanazione di bandi per la spesa comunitaria, che si riflettono sulle aspettative dei giovani, sulle imprese, sull’agricoltura e sul lavoro in generale, già penalizzato dalla forte tassazione che c’è in questa regione, che non agevola i consumi interni.

Redazione
Redazione PCH
Redazione
Redazione, 10/02/2017

La redazione Promise Checking ha esteso l’invito a intervenire a tutti i gruppi presenti in Consiglio regionale.
Dei gruppi consiliari attualmente non presenti in piattaforma, hanno accolto l’invito ma non hanno ancora inviato il loro contributo i seguenti gruppi: Forza Italia (presidente Andrea Caroppo); Noi a Sinistra per la Puglia (si attende l’intervista del consigliere Cosimo Borraccino); PD (presidente Michele Mazzarano).

Non hanno ancora dato riscontro circa la volontà d’intervenire i seguenti gruppi consiliari: La Puglia con Emiliano (presidente Paolo Pellegrino); Emiliano sindaco di Puglia (presidente Sabino Zinni); Movimento Schitulli – AP (è stato contattato il consigliere Luigi Morgante).