Torna indietro

La Liguria si proietta verso il futuro grazie a un intenso lavoro della Regione che ha come obiettivo primario rendere il territorio più competitivo”. È in questo contesto – secondo quanto dichiarato da Angelo Vaccarezza, presidente del Gruppo Consiliare Forza Italia in Regione Liguria – che si inserisce l’iniziativa del bando da dieci milioni di euro per la creazione di cinque nuovi poli di ricerca e innovazione, approvato dalla Giunta regionale ligure.
Secondo il provvedimento approvato dalla Giunta regionale ligure e come riportato dall’Assessore proponente, Edoardo Rixi, i poli saranno: Polo Ligure Scienze della vita, che aggrega i poli Politecmed, SI4Life e Tecnobionet; Polo Sosia, con soggetto gestore Siit; Polo Transit, con soggetto gestore Siit; Polo Distretto ligure delle tecnologie marine con soggetto gestore il Dltm della Spezia; Polo dell’innovazione Energia ambiente e sviluppo sostenibile, con soggetto gestore Ticass e che aggrega i Poli Ticass e Energia Sostenibile. Le domande potranno essere presentate dal 2 al 13 novembre sul sito di Filse, la finanziaria della Regione, e potranno partecipare al bando le Associazioni temporanee di imprese che appartengono a uno dei poli di ricerca e che devono essere composte da un minimo di 3 a un massimo di 10 partner, di cui almeno due micro, piccole e medie imprese.
È un obiettivo importantissimo quello che ci apprestiamo a raggiungere – prosegue Vaccarezza – ma di certo l’Ente di cui faccio parte ha ben chiare le azioni necessarie per far brillare il nostro territorio anche in termini di sviluppo.
Innanzitutto una programmazione seria e concreta, ma anche una strategia ben studiata che porta a un proficuo utilizzo delle risorse, in questo caso europee, provenienti dai fondi POR FESR in favore di territorio e cittadini
”, e conclude il presidente del gruppo Forza Italia in Consiglio regionale: “Questa legislatura di Centrodestra ha una visione unitaria del territorio e grazie a questo siamo in grado di centrare risultati importanti e rendere la Liguria forte sia in Italia che nel resto dell’Europa”.