Torna indietro

Il 20 gennaio il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, insieme all’assessore ai Trasporti, Francesco Balocco, ha presentato il nuovo Piano regionale della mobilità e dei trasporti con il quale si impegna a delineare quelle che saranno le linee guida di sviluppo in questo settore per i prossimi anni. Il Piano è di fondamentale importanza, in quanto andrà a influenzare vari ambiti come quello infrastrutturale, dell’energia, dell’ambiente e dei servizi al cittadino.
La mobilità in Piemonte è proiettata verso il futuro e le maggiori attenzioni sono concentrate sul miglioramento nelle comunicazioni internazionali che si avranno dopo il completamento del Terzo valico dei Giovi e del traforo della Torino – Lione.
Chiamparino ha, inoltre, tenuto a precisare che “L’ultimo Piano strategico dei trasporti risale al 1979: questo nuovo Piano ha un orizzonte temporale di ampio respiro e ci consente di immaginare il sistema dei trasporti del futuro, sia delle persone che delle merci, in grado di conciliare le esigenze di mobilità con il rispetto dell’ambiente”.
Gli obiettivi principali da raggiungere entro il 2050 sono: l’eliminazione dei carburanti fossili nei centri urbani, il blocco del consumo di suolo, la riduzione del 48% delle merci su strada, la diminuzione del 60% dei gas serra rispetto al 1990, l’incremento del 30% dell’utilizzo dei mezzi pubblici e una crescita dell’uso della bicicletta pari almeno al 14%.
Il Piano è in fase di valutazione e verrà proposto alle Province e ai Comuni di condividerlo formalmente.

 

Fonte:
http://www.regione.piemonte.it/pinforma/trasporti/930-il-nuovo-piano-regionale-della-mobilita-e-dei-trasporti.html