Torna indietro

Dopo l’approvazione del 14 dicembre 2016 della legge regionale “Misure di contrasto alla povertà e di sostegno al redito” in Assemblea legislativa, il Reddito di solidarietà (Res) diventa legge. La proposta arrivata e sostenuta dalla maggioranza, Sel e Partito Democratico, è stata osteggiata da Lega Nord e Forza Italia; il Movimento 5 Stelle invece si è astenuto. La legge prevede un sostegno per un massimo di 400 euro mensili per un anno per coloro che si trovano in difficoltà economiche. Lo strumento, secondo i dati a disposizione, potrebbe interessare 80 mila persone all’interno di circa 35 mila nuclei familiari, che versano in gravi condizioni di povertà.

Per il Reddito di solidarietà sono stati stanziati 35 milioni di euro dalla Giunta della Regione Emilia-Romagna, che si sommano ai 37 milioni per il Sostegno all’inclusione attiva (Sia) erogati dal Governo nazionale alla regione.
L’accesso al sostegno dovrà essere affiancato ad un progetto di attivazione sociale e inserimento lavorativo, da concordare tra i componenti maggiorenni della famiglia interessata, il referente del Servizio sociale del Comune di residenza e il Centro per l’impiego.

Possono richiedere il Reddito di solidarietà quei nuclei familiari (o singoli soggetti) di cui almeno un componente sia residente nella regione da almeno 24 mesi e con Isee corrente pari o inferiore a 3 mila euro. Sono esclusi, invece, coloro che percepiscono disoccupazioni Naspi, Asdi o altri ammortizzatori sociali.

L’intervento, per un massimo di 400 euro al mese per nucleo familiare, può essere richiesto per 12 mesi continuativi, trascorsi i quali bisogna attenere 6 mesi per potervi ricorrere nuovamente.
La domanda per il Reddito di solidarietà deve essere presentata al Comune di competenza da uno dei componenti del nucleo familiare e verrà erogato dai Servizi sociali comunali.
Per conferire maggiore efficacia allo strumento sono previsti monitoraggi e valutazioni per introdurre eventuali correzioni.
La Giunta regionale entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge emanerà un regolamento attuativo del Reddito di solidarietà.

 

FONTE:
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2016/dicembre/Il-Reddito-di-solidarieta-e-legge-un-sostegno-concreto-per-persone-e-famiglie-in-gravi-difficolta-economiche