Torna indietro

Avviate le procedure per l’attivazione, in tutte le province di Regione Piemonte, del Numero Unico Europeo di emergenza, servizio in uso in molti Paesi europei. 112 è il numero per contattare i servizi d’emergenza e tutte le telefonate confluiscono in un’unica centrale operativa. Le chiamate vengono da qui smistate alle autorità di competenza, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia, Soccorso sanitario.

L’operatore del centro unico ha il compito di ricevere ed elaborare i dati del CED interforze del Viminale, per poi trasferire le informazioni, corredate di scheda informativa, agli organi competenti, Centrale Operativa dei Vigili del Fuoco (115), Soccorso Sanitario (118) o Forze di Pubblica Sicurezza (112 e 113). I singoli numeri delle unità di soccorso rimarranno attivi, ma se composti dall’utente, le chiamate verranno comunque indirizzate al 112 unificato.

A Genova e provincia il servizio è attivo dal 14 febbraio, in provincia di Savona dal 7 marzo, mentre in quelle di Spezia e Imperia entrerà in vigore rispettivamente il 28 marzo e il 19 aprile.

Il 112 ha il compito di filtrare le richieste inappropriate, per far arrivare a Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Soccorso sanitario solo le richieste di reale soccorso ed emergenza. In caso di chiamata in lingua straniera, inoltre, l’operatore attiva un’audio-conferenza con il centro servizi che si occupa della gestione multilingue. I dati e il traffico telefonico vengono registrati.

Il servizio di Centrale Unica di Risposta (CUR) 112 è gratuito sia da telefonia fissa che mobile ed ha sede a Genova, all’interno dell’Irccs Sn Marino-Ist, dove tutto l’anno, 24 su 24, può usufruire di supporto tecnico, amministrativo, logistico e tecnologico.

Sviluppata l’app 112 Where Are U per chiamare il numero unico d’emergenza, fornendo automaticamente i dati per la localizzazione e altre informazioni utili per le richieste di intervento.