Torna indietro

Pescara, 9 giugno, è intervenuto, a commento dello stato di attuazione del programma elettorale di Roberto Maroni, il consigliere e portavoce in Consiglio Regionale per il M5S, Stefano Buffagni.

In qualità di membro delle Commissioni permanenti I e IV – rispettivamente Programmazione e Bilancio e Attività produttive e occupazione – Stefano Buffagni analizza alcuni ambiti del programma elettorale del governatore lombardo, come “Pressione fiscale”, in merito al quale lamenta che “A parte la possibilità di rateizzazione dei debiti tributari, non risulta ad oggi alcun intervento della Giunta a favore dei contribuenti per la riduzione delle aliquote IRAP e delle addizionali IRPEF”. Così come l’ambito “Lotta all’evasione fiscale”, dove sottolinea che la Giunta Maroni vorrebbe puntare sulla lotta all’evasione grazie anche ai comuni, visto che dal 2012 ogni ente locale che recuperi denaro dall’evasione fiscale, è ricompensato dalla Regione con la stessa cifra. Tuttavia, afferma Buffagni, “è una politica che purtroppo si concentra solo sulla capacità delle amministrazioni locali. Siamo ancora lontani da politiche regionali serie di lotta all’evasione”.
Per quanto concerne il “Patto di stabilità”, vista la mancata riproposizione del patto incentivato, il consigliere pentastellato sostiene la necessità che la Regione Lombardia “preveda degli spazi finanziari adeguati perlomeno a favore dei piccoli comuni (quelli sotto i mille abitanti) per fare fronte agli impegni di spesa assunti negli anni durante i quali non erano sottoposti al patto di stabilità ed evitare così che vengano ulteriormente penalizzati in questo periodo di estrema difficoltà”.