Torna indietro

Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia, il 16 gennaio 2017 in conferenza stampa ha annunciato la riduzione del super ticket: “Grazie allo stanziamento di 25 milioni di euro approvato questa mattina 1,5 milioni di Lombardi dal 1 febbraio beneficerà del dimezzamento del super ticket regionale sanitario e per visite ambulatoriali […] A partire dal prossimo mese, quindi, il super ticket regionale, introdotto dalla legge di stabilità varata dal governo Monti, passerà dai 0 fino ai 30 euro oggi previsti per il massimo del valore delle prestazioni contenute nella ricetta, a 0 fino a 15 euro, portando il valore medio del super ticket da 9,8 a 7,8 euro”. Gallera ha sottolineato l’importanza a livello sociale della misura presa: “Si tratta di una misura importantissima che contribuirà a migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini e che alla luce delle risorse sempre minori messe a disposizione dal governo nazionale mette in luce la capacità di Regione Lombardia di attuare politiche virtuose di razionalizzazione della spesa, basate anche sull’appropriatezza delle cure […] Tengo a rimarcare che la misura di oggi arriva alla luce degli esiti di una serie di interventi compiuti negli anni a favore delle categorie di cittadini più fragili e vulnerabili. A questo proposito ricordo che il 62% degli assistiti lombardi non pagano già oggi il ticket, beneficiano del 75% del valore erogato delle prestazioni che rappresentano il 70% di quelle erogate”.
L’assessore ha concluso ricordando che a coloro che sono esclusi dal ticket per patologia, si aggiungono gli over 65 con reddito compreso tra i 36.151 e i 38.500 euro, i nuclei familiari con un reddito non superiore a 18.000 euro e i disoccupati iscritti ai Centri per l’impiego e loro familiari a carico con reddito che non superi nel complesso i 27.000 euro.

 

FONTE:
http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=News&childpagename=Regione%2FDetail&cid=1213851371139&p=1194454760265&packedargs=locale%3D1194453881584&pagename=RGNWrapper